race-1 Portimao
Foto. Mercedes AMG Motorsport Facebook

Lucas Auer ha vinto la race-1 del DTM a Portimao. L’austriaco primeggia con Mercedes davanti all’AMG GT3 del tedesco Luca Stolz ed alla Lamborghini Huracan del nostro Mirko Bortolotti, autore della pole-position e padrone della corsa per i primi 30 minuti.

Portimao, race-1: Bortolotti tradito dalla SC

Mirko Bortolotti (GRT Grasser Racing Team) ha gestito alla perfezione le concitate fasi iniziali dall’assalto del canadese Mikaël Grenier (GruppeM Racing). La Mercedes ha dovuto arrendersi alla Lamborghini di testa, mentre l’austriaco Lucas Auer (Winward Racing) teneva testa al danese Nicki Thiim (T3 Motorsport).

Auer ha presto beffato il nordamericano, mentre Bortolotti tentava di allungare sul resto del gruppo. Da segnalare il pessimo inizio anno per il Team Rosberg (Audi), in difficoltà con entrambe le auto dopo pochi minuti.

Grenier è stato il primo del gruppo di testa a fermarsi in pit lane. Il rookie della categoria ha preceduto la sosta di Auer, fermo a 39 minuti dalla conclusione. Il #22 di Winward ha costretto Bortolotti e Thiim ad entrare nella corsia dei box per evitare di perdere posizioni. L’ex campione del GTWC Europe ha mantenuto in scioltezza il primato su Auer, mentre Luca Stolz (HRT) approfittava di un piccolo errore di Thiim per salire al quarto posto virtuale alle spalle di Grenier.

A 24 minuti dalla fine tutto è cambiato in seguito ad un problema dovuto alla Lamborghini #19 di Rolf Ineichen (GRT Grasser Racing Team). La vettura di sicurezza ha cambiato le carte in tavola, Bortolotti ha gestito il restart su Auer e Grenier.

Restart amaro per Bortolotti, Mercedes ringrazia

Il restart a file parallele non ha premiato Bortolotti che è stato superato dai diretti rivali. Auer è salito in vetta su Stolz e Maro Engel (GruppeM), pilota che torna nel DTM dopo una lunga assenza. Delusione, invece, per René Rast (Abt/Audi) e Felipe Fraga (AF Corse/Ferrari), rallentati da problemi allo spegnimento dei semafori.

Le prime due posizioni sono rimaste invariate fino alla fine, mentre il nostro connazionale è riuscito ad risalire al terzo posto dopo una bellissima sfida con Engel che successivamente verrà sanzionato per un’infrazione ai pit. Quarta piazza per il sudafricano Kelvin van der Linde (Abt/Audi) davanti al norvegese Dennis Olsen con la prima delle Porsche (SSR).

Appuntamento a domani per una race-2 da non perdere, evento che come accaduto oggi scatterà alle 13.30.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.