Non è stata una vittoria semplice quella di Daniel Juncadella a Brands Hatch: non sfruttando la pole ha dovuto sudare non poco per recuperare dalla terza posizione con un sorpasso magistrale ai danni di Augusto Farfus, secondo davanti a Lucas Auer. Buona la prestazione di Gary Paffet che allunga in campionato; gara no per Paul Di Resta, per la prima volta fuori dalla zona punti.

 

A partire dalla pole è Juncadella (Mercedes), ma si fa beffare da Auer (Mercedes) che scatta benissimo, anche Rast supera lo spagnolo guadagnando la seconda posizione. Quasi tutti vanno ai box nel primo giro per cercare di sfruttare una strategia più aggressiva; inoltre la Slow Zone, dovuta all’uscita di pista di Duval, rallenta la fuga di chi non ha già effettuato la sosta obbligatoria. Juncadella cerca di ricucire lo strappo su Auer che, in tandem, prendono leggermente il largo sui diretti inseguitori.

Bel duello per l’ottava posizione tra Farfus e Rast, con Paffet che si intromette momentaneamente nella lotta. Juncadella cerca di cambiare la sua strategia rientrando ai box al settimo passaggio per riacciuffare il leader Auer che, al rientro dai box, a gomme fredde viene superato dallo spagnolo; ad approfittarne è anche Farfus (BMW), che sale al quarto posto. Ultimo a fermarsi ai box Wehrlein, ma un problema all’anteriore destra lo fa rientrare solamente settimo in pista.

Il duello di vertice è tutto fra Juncadella e Farfus, che mantengono un andamento ad elastico, ma è dietro che c’è la vera battaglia fra Frijns e Glock, con il tedesco della BMW che perde la posizione anche nei confronti di Green (Audi) e Rockenfeller (Audi) che, in un solo colpo, guadagna due posizioni issandosi all’undicesimo posto. Posizioni pressoché congelate negli ultimi muniti, con Juncadella che, sfruttando appieno il giusto set-up della Mercedes, prende sempre più il largo su Farfus e Auer, andando ad acciuffare una merita vittoria.

Buona la prestazione di Mortara, che non è riuscito ad approfittare della sosta ritardata, conquistando alla fine l’ottava posizione. Decisamente negativa la prestazione di Paul Di Resta, addirittura sedicesimo e, per la prima volta, fuori dalla zona punti. Meglio Paffet, che guadagna punti pesanti in ottica campionato, arrivando in sesta posizione dietro un coriaceo Eng. Classifica che vede in testa sempre Paffet incalzato da Di Resta ed appuntamento a domani per la seconda manche del week-end.

Michele Montesano

Michele Montesano. Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1). Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Visti i miei studi in ingegneria meccanica, adoro la tecnica sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita e Alfista da prima di ottenere la patente di guida. Seguo qualsiasi categoria a quattro ruote e adoro il modellismo. Ho iniziato a scrivere di Motorsport grazie a LiveGP.it e non mi sono più fermato, attualmente collaboro anche con ItaliaRacing.net. Appassionato di nuove tecnologie e stampa 3d sono co-fondatore della Stamperia Clandestina M Lab. Assieme al collega e amico Carlo Luciani sono co-autore del primo libro marchiato LiveGP.it "Veloci più del tempo: I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.