La GP3 Series ha annunciato gli otto team che prenderanno parte alle stagioni 2016-2018. Tra le novità vi troviamo due “acquisti”: il team francese Dams (già protagonista in GP2 quest’anno con Lynn e Gasly, oltre che in F. Renault 3.5) e il team Virtuosi UK (proveniente dall’AutoGP, il quale lo scorso anno aveva ben figurato con Andrea Roda e Tamas Pal Kiss). Se da un lato la serie propedeutica ha accolto delle new-entry, dall’altro ha salutato altre due scuderie altrettanto prestigiose: si tratta del Carlin Racing (team campione in carica con Alex Lynn) e della Status GP.

Le varie squadre avranno l’obbligo di schierare non più di 3 vettura ciascuna, come evidenziato dal CEO della serie Bruno Michel: “Sono molto contento di rivelare i nomi degli otto team partecipanti alle stagioni 2016, 2017 e 2018. La GP3 è cresciuta come una delle categorie più importanti del Motorsport e con le sei stagioni disputate ha consolidato la sua posizione quale step significativo verso la GP2 e la Formula 1. Dei primi cinque campioni Gutierrez, Bottas e Kvyat corrono in F1, mentre Evans e Lynn gareggiano in GP2.

Per sostenere economicamente le squadre – ha proseguito Michel – abbiamo deciso di limitare le entrate ad otto (con 3 vetture per ciascun team) e favorire la qualità oltre che la quantità. Rivedremo la nostra posizione se la situazione cambierà. Abbiamo scelto di continuare con la maggior parte delle squadre esistenti, ma volevamo anche portare delle novità, perciò do il benvenuto a DAMS e Virtuosi, che hanno avuto molto successo in altre categorie. Cinque delle squadre scelte gestiscono un team anche in GP2, creando così un percorso naturale tra le nostre due serie. Il prossimo step della nostra agenda è quello di lavorare sul calendario 2016 con l’obiettivo di correre con la GP2 e la F1 ad ogni round. Nel frattempo continuamo a concentrarci sul nostro programma di test di sviluppo. Finora i risultati hanno mostrato che siamo molto competitivi e abbiamo una macchina affidabile con la quale potremo assistere ad un’altra stagione molto combattuta e divertente.”

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.