petrucci dakar

La seconda tappa della Dakar 2022 di Danilo Petrucci è finita in anticipo. Un guaio tecnico alla sua KTM, verificatosi nel corso della seconda tappa in corso di svolgimento, ha infatti costretto il pilota ternano ad alzare bandiera bianca. L’ex-MotoGP potrà comunque ripartire domani, come consentito dal nuovo regolamento, al solo scopo di accumulare esperienza e senza coltivare alcuna velleità di classifica.

Una preparazione durata mesi, vanificata quando il sogno stava finalmente per entrare nel vivo. Il primo stop illustre della Dakar 2022 riguarda uno dei protagonisti più attesi, in particolar modo per quanto concerne i colori italiani. Danilo Petrucci è stato infatti costretto a dare forfait nel corso della seconda tappa, quando un problema tecnico alla sua KTM verificatosi all’altezza del chilometro 115 lo ha costretto a richiedere l’intervento dell’assistenza.

L’AVVENTURA NON E’ FINITA

Impossibilitato a proseguire il percorso della tappa odierna, in programma da Ha’il ad Al Artawiyah, il ternano ha richiesto il recupero da parte dall’elicottero dell’organizzazione, dovendo dunque dire addio ai sogni di gloria nella propria prima esperienza nel deserto saudita. Per Petrucci, comunque, la Dakar non è finita: il portacolori della Casa austriaca potrà ripresentarsi al via della tappa di domani, approfittando del “bonus” introdotto quest’anno nel regolamento. Inevitabile, comunque, un pesantissimo handicap in termini di tempo, che dunque priverà il pilota umbro della possibilità di giocarsi le proprie chance in ottica classifica.

LE IMPRESSIONI DOPO LA PRIMA TAPPA

Per lui, comunque, ci potrà essere l’opportunità di accumulare preziosa esperienza, in una sfida che sin dalle prime battute lo aveva messo a dura prova. Dopo lo scampato pericolo legato alla positività al Covid-19, il ternano era partito bene nel corso della prima “vera” tappa di ieri. Per lui una tredicesima posizione in classifica, accompagnata da un video su Instagram in cui ha sottolineato tutte le difficoltà patite nel corso della prova.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Danilo Petrucci (@petrux9)

Qualora KTM dovesse dunque riuscire a riparare in tempo la sua moto, l’edizione 2022 della Dakar assumerà una diversa connotazione per Petrucci, il quale potrà soltanto considerarla come una “prova generale” in vista del prossimo anno.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.