BSB Test Portimao Yamaha Jason O'Halloran

Si concludono i test di Portimão per il BSB 2019, preceduti la settimana scorsa da un’altra due-giorni a Monteblanco. La sfida è stata continua e serrata tra la Yamaha di Jason O’Halloran e la Ducati della new entry Scott Redding, appena giunto dalla MotoGP. Nella mischia si è intromessa anche la Honda di Xavi Fores, che sul tracciato portoghese ha lasciato intendere di essere assolutamente della partita.




(T)EST!EST!EST!

Ormai la stagione motociclistica è pronta per decollare: dopo le aperture delle danze da parte di MotoGP e Superbike, è giunto il momento per i campionati nazionali (ed a breve anche l’Endurance World Championship) di scendere in pista. A breve il British Superbike tornerà ad assegnare punti validi per il titolo, ma nel mentre i motori si sono già accesi per i primi test del 2019.

Apre come al solito un Monteblanco che, con la degna assenza sia del campione in carica Leon Haslam (impegnato attualmente nel Mondiale SBK) sia del pretendente massimo al titolo Shane Byrne (ancora in forse il suo ritorno alle corse), necessitava di identificare in un pilota l’uomo da battere del 2019. Abbiamo un primo nome: Scott Redding.

MA REDDING NON È SOLO…

Con un Bautista che ci ha abituato a prestazioni maiuscole, chiunque avesse avuto un penny da puntare su un nome nel BSB lo avrebbe scommesso su Scott Redding, vincitore in solitaria di un campionato orfano del suo miglior lottatore. Ed invece, viste anche le particolari regole elettroniche del BSB che non prevedono aiuti alla guida di alcun genere, a seguire come un’ombra l’ex pilota Aprilia MotoGP si è messo Jason O’Halloran, che sembra conoscere una nuova verve con la Yamaha ufficiale del team MCAms. In quel della Spagna non ce n’è stato per nessun altro: Tarran Mackenzie (compagno di squadra di O’Halloran) ha incassato più di mezzo secondo dai due contendenti al best lap. Quindi sarà un duello lungo un anno?

PORTIMÃO TERRA DI FORES

Avanti veloce poco più di 72 ore, ed ecco che le carte vengono rimescolate nuovamente. Per una Honda che oltremare non riesce ad emergere, ne troviamo una condotta da tale Xavi Fores che invece ha l’aria di voler il titolo quanto e più dei due sopracitati. Il tempo di 1’43”600 di O’Halloran lo ha sì innalzato ai limiti della classifica combinata di questi due giorni portoghesi, ma Redding e Fores sono a meno di due decimi dal capoclassifica e sono seguiti da Bridewell (+0.304), Brookes (+0.319) e dalla Suzuki di Josh Elliot, new entry appena giunta dalla Stock1000 nazionale e già in grado di fermare il cronometro appena 4 decimi dai ben più esperti compagni di classe. È ancora tutto da decidere in Gran Bretagna, a breve potremo carpire altre informazioni dai test di Silverstone previsti per il weekend del 9 aprile.

BSB PORTIMAO OFFICIAL TEST, CLASSIFICA COMBINATA:

  1. Jason O’Halloran (McAMS Yamaha) 1m:43.600s
  2. Scott Redding (Be Wiser Ducati) +0.127s
  3. Xavi Forés (Honda Racing) +0.161s
  4. Tommy Bridewell (Oxford Racing Ducati) +0.304s
  5. Josh Brookes (Be Wiser Ducati) +0.319s
  6. Josh Elliott (OMG Racing Suzuki) +0.407s
  7. Danny Buchan (FS-3 Racing Kawasaki) +0.478s
  8. Glenn Irwin (Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki) +0.816s
  9. Andrew Irwin (Honda Racing Racing) +1.006s
  10. Luke Mossey (OMG Racing Suzuki) +1.160s

BSB | CAMBI DI CASACCA IN VISTA DEL 2019 PER IL BRITISH SUPERBIKE: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.