Una triste notizia ha sconvolto oggi il mondo del motorsport. L’amministratore delegato del circuito di Spa-Francorchamps, Nathalie Maillet, è stata trovata morta nella sua abitazione, in quello che la polizia belga ha indentificato come un duplice omicidio-suicidio.

La polizia locale ha ritrovato il corpo della donna nella sua casa a Gouvy, insieme a quello del marito e di un’altra donna. Su tutti e tre i cadaveri la polizia ha rivenuto ferite da arma da fuoco.

Secondo le dichiarazioni dal sostituto procuratore, Franz Dubois avrebbe sparato prima alla moglie e poi all’altra donna, per poi togliersi la vita. Il movente sarebbe da attribuire a motivi passionali. L’uomo era una figura molto nota nel mondo delle corse locali, avendo un passato da pilota ed essendosi dedicato in seguito anche al ruolo di organizzatore.

Nel comunicato stampa rilasciato si legge quanto segue: ”Alle 00:10, la polizia ha ritrovato in una casa a Gouvy tre cadaveri, due donne e un uomo. Tutti e tre presentavano ferite da arma da fuoco. Secondo le nostre ricostruzioni, l’uomo ha usato l’arma da fuoco per uccidere entrambe le donne, prima di togliersi la vita”.

Il circuito di Spa ha rilasciato a sua volta un comunicato: “E’ con grande tristezza che il circuito di Spa-Francorchamps è venuto a conoscenza della morte di Nathalie Maillet. L’intero staff si unisce per presentare le condoglianze alla famiglia ed agli amici. Il circuito, ma anche l’automobilismo, ha perso oggi una donna appassionata, forte nelle sue convinzioni e capace di guardare sempre al futuro”.

Maillet era diventata direttrice del circuito nel 2016, divenendo una delle maggiori promotrici per modernizzare l’impianto di Spa e per migliorare sicurezza e strutture. Inoltre, sotto la sua gestione, Spa ha cominciato ad ospitare il campionato mondiale di Rallycross a partire dal 2019. Proprio oggi la pista è stata teatro della tappa conclusiva del Mondiale Rally.

Anche il presidente del circuito di Spa, Melchior Wathelet ha rivolto un messaggio, evidenziando come Maillet “è stata una vera leader, che mancherà molto”.

Al coro delle condoglianze, si aggiunge anche la voce di Pierre Fillon, presidente dell’Automobile Club de l’Ouest, che ha dichiarato: “Siamo particolarmente scioccati e sconvolti da questa notizia. Siamo stati in contatto regolare negli ultimi anni, in particolare in relazione al FIA World Endurance Championship. Nathalie era appassionata di motorsport e non ha risparmiato sforzi nell’appoggiare le nostre cause. A nome dell’ACO, porgo le nostre più sentite condoglianze ai suoi amici e familiari e allo staff di Spa-Francorchamps. Possono contare sul nostro sostegno in questo momento difficile .”

Chiara Zaffarano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.