Spa-Francorchamps
Foto. GT Open Facebook

Per la 20ma puntata di  ‘A ruota libera’ vi portiamo in Belgio con l’International GT Open, protagonista di un fine settimana ricco d’azione. La categoria di GT Sport ha condiviso il week-end con il TCR Europe, mentre in Italia è da segnalare la presenza con il DTM della Porsche Carrera Cup Deutschland. 

Il Fanatec GT World Challenge America Powered by AWS ha regalato emozioni al VIR, la Porsche Carrera Cup France rientra tra i protagonisti in quel di Zandvoort nel medesimo evento del GTWC Europe. Occhi anche all’Australia con il Supercars Championship ed alla NASCAR con la Truck Series.

GT Open, Spa-Francorchamps: Oregon svetta con Pulcini/Hites

Benjamin Hites / Leonardo Pulcini sono i nuovi padroni dell’International GT Open dopo il terzo atto della stagione. La coppia di Oregon ha dettato legge nell’impianto di Spa-Francorchamps, sede della prima ed unica gara di durata dell’anno.

Giornata da rimarcare per Oregon che nel post gara ha rischiato di dover cedere il successo in seguito ad un abuso dei limiti della pista in curva 19. Hites/Pulcini, nonostante una sanzione, hanno mantenuto il successo, mentre l’auto gemella #19 di Glenn Van Berlo/Kevin Gilardoni ha dovuto cedere il secondo gradino del podio a Frank Bird/Jordan Love (HRT #4/Mercedes).

Giornata pessima, invece, per la McLaren #72 di Optimum Motorsport. La squadra britannica, leader del campionato dopo la tappa di Paul Ricard, ha alzato bandiera bianca sin dai primi minuti in seguito ad un contatto alla prima staccata con Florian Scholze (Team GT #33/Mercedes).

Prossima gara a luglio da Budapest (Ungheria).

TCR Europe, Spa-Francorchamps: Girolami allunga in classifica

Franco Girolami allunga in classifica al termie del fine settimana di Spa-Francorchamps del TCR Europe. L’argentino, nonostante l’assenza di successi, può ritenersi soddisfatto della trasferta belga, la terza dell’anno.

Race-1: Callejas ringrazia Girolami e vince

Isidro Callejas (Volcano Motorsport) ha vinto race-1 del TCR Europe in Belgio diventando il più giovane vincitore della storia della categoria. L’iberico ha indotto all’errore Franco Girolami (Comtoyou Racing/Audi), autore della pole-position e padrone della corsa fino all’ultimo giro.

Il sudamericano ha completamente sbagliato la frenata di ‘Les Combes’, un errore imperdonabile che ha deciso la corsa. Audi si è ritrovata avanti a Cupra, la classifica non è più cambiata fino alla bandiera a scacchi. Terza piazza per la prima delle Hyundai di Target con il britannico Josh Files, mentre è da segnalare il ritiro dello spagnolo Pepe Oriola (Brutal Fish Racing Team/Honda).

Race-2: Janik Motorsport monopolizzano la scena con Hyundai

Dalla prima fila al successo per Janik Motorsport (Hyundai) nella race-2 del TCR Europe in quel di Spa-Francorchamps. Il ceco Jáchym Galáš ha primeggiato nella seconda competizione non lasciando scampo al teammate Mat’o Homola, secondo all’arrivo a +1 secondo e 9 decimi.

L’olandese Tom Coronel ha chiuso il podio con la prima delle Audi davanti a Franco Girolami che lascia il belgio con un ampio margine in classifica sui diretti rivali. Piccola pausa ora per la categoria europea riservata al TCR, campionato che a luglio riprenderà il suo cammino dal Norisring (Germania).

GTWC America, VIR: K-Pax Racing al top con Caldarelli/Beretta

Andrea Caldarelli e Marco Mapelli si confermano padroni del Fanatec GT World Challenge America Powered by AWS. Quarta gioia consecutiva per la coppia di K-Pax Racing (Lamborghini) al termine del terzo atto della serie, in scena nello spettacolare VIRginia International Raceway.

Race-1: Caldarelli/Beretta calano il tris

Andrea Caldarelli/Michele Beretta hanno vinto per la terza volta consecutiva nella race-1 del VIR del GTWC America. La coppia Lamborghini del K-Pax Racing ha primeggiato con ampio margine su Michael Dinan/Robby Foley (Turner Motorsport #96) ed a Justin Wetherill/Ryan Dalziel (Triarsi Competizione #13/Ferrari), rispettivamente in seconda e terza piazza.

Non sono mancate le emozioni con una lunghissima lotta nel primo stint tra il canadese Misha Goikhberg (K-Pax Racing #3/Lamborghini) l’americano Steven Aghakhani (US RaceTronics #6/Mercedes) e lo statunitense Michael Dinan ( Turner Motorsport #96/BMW).

Quest’ultimo ha avuto la meglio sui due rivali che successivamente saranno protagonisti di un contatto nel terzo settore. Aghakhani ha infatti spinto nel prato l’Huracan GT3 di Goikhberg, una situazione molto discutibile dopo una prima sportellata sul rettilineo che porta alla ‘Roller Coaster’.

Race-2: Beretta/Caldarelli ancora

Sesto acuto consecutivo per Caldarelli, quarto per Beretta al termine di una race-2 a senso unico negli ultimi 30 minuti. La coppia tricolore del K-Pax Racing ha allungato sulla concorrenza dopo la sosta obbligatoria, Beretta ha concluso in scioltezza davanti a Colin Braun/George Kurtz (CrowdStrike Racing by Riley Motorsports #04/Mercedes) e Michael Dinan/Robby Foley (Turner Motorsport #96/BMW).

Da evidenziare nel finale un clamoroso errore da parte di Ashton Harrison #93. L’atleta del Racers Edge Motorsport, seconda overall e leader in PRO-Am dopo la pole-position ed un primo stint perfetto da parte di Mario Farnbacher, ha alzato bandiera bianca commettendo un errore all’uscita dell’ultima curva.

Prossima tappa nel Glen a metà giugno.

Porsche Carrera Cup Deutschland, Imola: Buus e ten Voorde si spartiscono il bottino

Bastien Buus (Allied-Racing) e Larry Ten Voorde (GP Elite) si sono spartiti il bottino in quel di Imola, sede questo fine settimana del terzo appuntamento della Porsche Carrera Cup Deutschland. Laurin Heinrich (SSR Huber Racing)mantiene il comando della classifica generale. 

Race-1: la prima di Buus 

Bastien Buus e Laurin Heinrich sono stati i due protagonisti assoluti nella race-1 di Imola della Porsche Carrera Cup Deutschland. I due hanno concluso nell’ordine sotto la bandiera a scacchi dopo una bellissima lotta sin dal via per la seconda posizione.

Il danese, dopo aver beffato Loek Hartog (Black Falcon) a pochi minuti dalla conclusione alla ‘Rivazza’, non è più stato attaccato dal pilota Junior del marchio di Stoccarda, sempre leader della graduatoria della serie. Larry ten Voorde (GP Elite) ha concluso il podio nonostante un contatto al primo giro con Michael Ammermueller (SSR Huber Racing) alla famosa ‘Variante Alta’. 

Race-2: ten Voorde senza rivali

Larry ten Voorde non ha avuto rivali nella race-2 dopo una prima sfida tutta in salita. L’olandese di GP Elite, scattato dalla pole-position, ha vinto in scioltezza controllando la sfida dal via alla bandiera a scacchi.

Secondo posto per Loek Hartog (Black Falcon) davanti a Dylan Pereira (IronForce Racing by Phoenix Racing) davanti al già citato Laurin Heinrich, padrone indiscusso della serie che settimana prossima continuerà il proprio cammino da Zandvoort.

Porsche Carrera Cup France, Zandvoort: Boccolacci tenta di avvicinare Klein

Dorian Boccolacci ha firmato entrambe le gare di Zandvoort della Porsche Carrera Cup France. Il protagonista del Martinet by Alméras accorcia le distanze nella graduatoria generale su Marvin Klein che resta in cima alla graduatoria generale.

Race-1: Boccolacci inizia bene il fine settimana, lontano Klein

Terza gioia stagionale per Dorian Boccolacci nella Porsche Carrera Cup France al termine di una race-1 semplicemente perfetta. L’ex protagonista della FIA F2, alfiere di Martinet by Alméras, ha concluso l’evento davanti al teammate Alessandro Ghiretti ed a Simone Iaquinta (Dinamic), abile durante l’intera durata della prova a resistere agli attacchi di Marvin Klein.

Il campione in carica di CLRT ha completamente sbagliato l’approccio alla ‘Tarzan’, un’imprecisione imperdonabile che ha compromesso l’intera corsa. Il transalpino è finito nella via di fuga esterna dopo un lunghissimo bloccaggio che di fatto ha messo fine alla corsa.

Race-2: Boccolacci concede il bis

Dorian Boccolacci ha primeggiato nella race-2 dominando nuovamente la scena sulla falsariga della prima competizione. La pratica è stata abbastanza veloce da sbrigare per il francese che ha approfittato di un problema dopo lo start di Ghiretti, secondo sullo schieramento di partenza.

L’ex protagonista della FIA F2 ha allungato e non è più stato ripreso, mentre Iaquinta tentava di difendersi da Klein. Il campione in carica avrà la meglio sul nostro connazionale, terzo all’arrivo in una gara che principalmente ha utilizzato per preparare al meglio il fine settimana olandese della Porsche Supercup.

Appuntamento a fine estate in quel di Valencia per un nuovo round da non perdere.

Supercars Championship, Darwin: SVG non vince, ma resta leader

Shane van Gisbergen resta il leader del Supercars Championship dopo l’interessantissimo appuntamento di Darwin. Il ‘kiwi’ di Holden primeggia in classifica al termine di un fine settimana ricco d’azione che ha premiato Anton De Pasquale, Cam Waters e Chaz Mostert.

Race-1, DJR domina la scena

Le due Ford Mustang del DJR hanno dominato la scena nella race-1 di Darwin del Supercars Championship. Anton de Pasquale, dopo aver preso la leadership nel giro iniziale ai danni del teammate Will Davison, ha allungato sui rivali e non è più stato ripreso nonostante un deciso forcing da parte di Shane van Gisbergen (SVG)

Il campione in carica, abile nei primi minuti a primeggiare su Andre Heimgartner (Brad Jones Racing #8), ha optato per una strategia differente, fermandosi ai box in ritardo rispetto agli avversari. Le gomme più fresche hanno permesso al #97 di Holden di mettere in difficoltà i rivali che nei passaggi conclusivi hanno mantenuto al meglio le prime due posizioni.

Race-2: Waters torna al successo

Dopo l’ottima prova in quel di Winton, Cam Waters è tornato al successo in occasione della race-2. La prima prova della domenica di Darwin ha premiato la Ford #6 del Tickford Racing, abile nel finale a respingere ogni possibile attacco da parte di Will Davison (DJR #11). 

Quest’ultimo si è dovuto accontentare della seconda piazza d’onore davanti a SVG, abile a completare davanti a Anton de Pasquale (DJR #11) e  David Reynolds (Grove Racing #26). Da segnalare un’incidente al via, crash che ha costretto la direzione gara a sospendere la corsa.  Courtney #5, Randle #55, Pye #20, Hazelwood #35 sono stati costretti ad alzare bandiera bianca, l’episodio è avvenuto nel corso del primo giro. 

 

Race-3: Mostert al top dopo due squalifiche

Dopo aver rimediato due pesantissime squalifiche nel corso del fine settimana, Chaz Mostert (Walkinshaw #25) si è preso una bellissima rivincita nel corso della race-3. Una Safety Car, entrata nel cuore della gara per rimuovere l’auto di Zak Best, ha cambiato le carte in tavola con l’australiano di Holden che si è dovuto difendere dall’attacco di De Pasquale.

L’Holden #25, in pista con delle gomme più vecchie ed una strategia differente rispetto a quella del DJR, ha mantenuto il primato abbattendo il #11 del gruppo ed il già citato Waters che al restart passava senza molti problemi Brock Feeney (Triple Eight #88).

Prossima gara tra due settimane in quel di Townsville,

NASCAR Truck Series, Knoxville: Todd Gilliland svetta sulla terra

Todd Gilliland ha regalato un bellissimo regalo al proprio padre durante la serata di Knoxville della NASCAR Truck Series. Il figlio di David Gilliland, proprietario dell’omonima squadra, ha avuto la meglio sulla terra dell’Ohio al termine di una prova semplicemente perfetta.

Tra le varie bandiere gialle, molte meno rispetto al passata stagione, il #17 del gruppo che regolarmente milita nella NASCAR Cup Series si è conteso il successo nei quattro giri conclusivi contro John Hunter Nemechek (Kyle Busch Motorsports #4). Quest’ultimo ha tentato in tutti i modi di beffare il rivale, una missione fallita all’esposizione della bandiera a scacchi.

Dopo aver vinto la Stage 2, la prima è stata firmata da Carson Hocevar (Niece Motorsports #42), Todd Gilliland ha chiuso in bellezza la seconda ed ultima serata sulla terra della stagione 2022 della NASCAR Truck Series.

Nella prossima puntata…

Continua l’azione del mondo delle ruote coperte con l’IMSA Michelin Pilot Challenge da Watkins Glen, categoria che riprende insieme alla Porsche Carrera Cup North America. La NASCAR Xfinity Series tornerà insieme alla Truck Series a Nashville, mentre il BTCC sarà in scena a Croft per una nuova tappa da non perdere. Tornerà anche il NLS per il quarto atto, il British GT Championship e l’ADAC GT Masters, rispettivamente in scena da Snetterton e Zandvoort.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.