Si chiude il lungo e spettacolare week-end della 24h di Le Mans che ci ha regalato parecchie emozioni. Kamui Kobayashi/Mike Conway/José Maria Lopez #7 hanno vinto l’inedita edizione di agosto della maratona francese, quarta prova del FIA World Endurance Championship 2021. La 29^ puntata di ‘A ruota libera’ vi porta sul Circuit de la Sarthe con la Michelin Le Mans Cup che è scesa in pista per la ‘Road to Le Mans’, gara di supporto che precede di qualche ora la 24h più famosa al mondo.

Spazio anche al SuperGT in quel di Suzuka ed alla NASCAR che ha gareggiato con la Truck Series in quel del Gateway (Illinois) e l’Xfinity Series in quel del Michigan.

Road to Le Mans, due gare in attesa della 24h

Due interessanti prove hanno caratterizzato la ‘Road to Le Mans’, il nome dell’evento francese della Michelin Le Mans Cup. Ricordiamo che sul ‘Circuit de la Sarthe’ si tengono due competizioni gare e non una singola da 2h come accade per il resto della stagione.

Race-1: il pit stop ribalta la corsa

Tutto si è deciso nei primi minuti e durante la sosta obbligatoria che ha cambiato le gerarchie della LMP3, la classe regina. K. Kranz/U. de Wilde (Mühlner Motorsport #21) e M. Kranz/L. Hörr (DKR Engineering #3) hanno ceduto il passo A. Wells/C. Noble (Nielsen Racing #7) che nel finale hanno gestito il proprio margine sui rivali.

Vittoria per la Ligier #7 che ha tagliato il traguardo con oltre 5 secondi di margine su A. Matschull/V. Varrone (Rinaldi #66) e 10 su M. Smith/M. Bell (Cool #69). Quarto posto per United Autosports che nel finale ha provato ad attaccare il team che sta dominando la classe LMP3 dell’European Le Mans Series.

Festa Ferrari in GT3

In GT3 dei problemi hanno tolto dai giochi la Porsche #2 di  Pzoberer Zürichsee by TFT con J. Andlauer/N. Leutwiler. Dopo il successo di Monza arriva una nuova affermazione per Ferrari con Iron Lynk che firma il primo ed il terzo posto.

R. Penttinen/L. Sargeant #8 salgono sul gradino più alto del podio davanti all’Aston Martin #95 di A. Al Harthy/M. Dinan (Oman Racing). Terzo posto per le ‘Iron Dames’ M. Gostner/D. Pin, sulla 488 GT3 #9.

Race-2: La rivincita di Mühlner Motorsport

K. Kranz/U. de Wilde (Mühlner Motorsport #21) dominano la scena e si impongono nella race-2 della ‘Road To Le Mans. Spettacolo anche in GT con una prova che si è decisa nell’ultimo passaggio a favore della Porsche.

LMP3, Mühlner Motorsport senza rivali

La seconda prova sul ‘Circuit de la Sarthe’ ha visto l’ottimo spunto da parte di K. Kranz/U. de Wilde (Mühlner Motorsport #21). La coppia ha gestito gli attacchi di M. Kranz/L. Hörr (DKR Engineering #3) durante un primo stint condizionato da alcune ‘Slow Zone’ nel secondo tratto della pista.

La sosta obbligatoria a metà gara ha permesso alla Ligier #21 di allungare, mentre alle loro spalle si infiammava la lotta per il secondo posto tra N. Kruetten/M. de Barbuat (Cool #19) e la Duqueine M30 #11 WTM Powered by Phoenix con L. Weiss/T, Kratz. La vettura di Cool ha avuto la meglio sulla rivale che ha dovuto cedere il passo a A. Kapadia/M Rich (RLR MSport #15), terzi sul podio.

GT3: Iron Lynk cede a TFT all’ultimo giro!

Si è decisa all’ultimo passaggio la gara in GT3 con Pzoberer Zürichsee by TFT che beffa Iron Lynk. La Porsche #2 di Andlauer/N. Leutwiler ha beffato la 488 GT3 di R. Penttinen/L. Sargeant che sembrava avere in pugno la competizione.

Ottimo spunto da parte della Ferrari con R. Penttinen/L. Sargeant (Iron Lynk #8). I vincitori della race-1 hanno allungato sin da subito sull’Aston Martin #95 di A. Al Harthy/M. Dinan (Oman Racing) e sulla Porsche #2 di Pzoberer Zürichsee by TFT con J. Andlauer/N. Leutwiler.

La gara si è accesa dopo la sosta obbligatoria con Sargeant che si è messo all’inseguimento di Dinan. L’americano ha conquistato la leadership alla prima chicane dell’Hunaudières in seguito ad un testacoda dell’Aston Martin #95 di TF Sport. La Ferrari #8 si è dovuta poi difendere dalla Porsche #2 di TFT con Andlauer al volante. 

La Rossa era ad un passo dal successo, ma all’ultimo giro ha perso terreno ed ha ceduto il passo alla Posche #2 che sembrava destinata alla seconda piazza. Terzo posto per l’Audi #72 di WRT con Jean-Denis Deletraz/C. Weerst davanti alla già citata Vantage #95 di Oman Racing.

Dopo la tappa con la mitica Le Mans 24h, appuntamento a Spa-Francorchamps con l’European Le Mans Series.

SuperGT, Nissan festeggia a Suzuka

Giornata perfetta per Nissan che completa a Suzuka una splendida tripletta in quel di Suzuka. Tsugio Matsuda/Ronnie Quintarelli (MOTUL AUTECH #23) impongono il loro passo nel finale e conquistano la GT500, mentre Atsushi Miyake/Yuui Tsutsumi (Takanoko-no-yu GR) svettano in GT300.

La prova sembrava destinata ad andare in casa CRAFTSPORTS MOTUL #3 con Kohei Hirate/
Katsumasa Chiyo nettamente superiori nella prima metà. I portacolori di Nissan hanno ceduto nel finale alla famosa #23 che si rilancia in campionato con ancora quattro round da disputare.

Terza posizione conclusiva per Mitsunori Takaboshi/Daiki Sasaki (Realize corporation ADVAN/Nissan #24). Quarta piazza finale per Naoki Yamamoto/Tadasuke Makino davanti a Yuhi Sekiguchi/Sho Tsuboi, rispettivamente su Honda (STANLEY NSX-GT #1) e Toyota (au TOM’S GR Supra #38).

Finale spettacolare anche in GT300 con la Supra che ha tenuto a bada le ‘vetture europee’. Atsushi Miyake/Yuui Tsutsumi (Takanoko-no-yu GR Supra GT #244), leader del campionato con l’affermazione odierna, hanno preceduto sotto la bandiera a scacchi la Lamborghini di Takashi Kogure/Yuya Motojima (JLOC #88) e la Mercedes #4 di Nobuteru Taniguchi/ Tatsuya Kataoka (GOODSMILE HATSUNE MIKU AMG #4).

Prossima tappa nel week-end del 12 settembre a Sugo.

NASCAR Truck Series, Sheldon Creed padrone al Gateway

Seconda affermazione consecutiva in Illinois per Sheldon Creed che inizia nei migliore i Playoffs della NASCAR Truck Series. Il #2 di GMS Racing passa direttamente al prossimo round grazie al secondo acuto del 2021.

Sheldon Credd ha iniziato la prova con il piede giusto imponendosi nella Stage 1. Il campione in carica di casa GMS Racing #2 ha preso il controllo delle operazioni sin dai primi giri che hanno visto l’uscita di scena di Chandler Smith #18 (Kyle Busch Motorsports), ultimo nella classifica dei Playoffs alla vigilia del ‘Round of 10’. Deludente inizio prova anche per John Hunter Nemechek #4 (Kyle Busch Motorsport), autore della pole e vincitore della regular season che non è riuscito a tenere il passo con i primi.

Creed, inseguito dal teammate Zane Smith #21, ha iniziato nel migliore dei modi la seconda frazione che è stata sospesa dopo pochi giri per un problema all’illuminazione della pista. Molti riflettori si sono infatti spenti nel rettifilo opposto costringendo la direzione gara ad interrompere l’evento.

Al restart Creed ha conquistato il secondo ‘traguardo volante’ prima di allungare verso il successo. Il campione in carica non ha avuto rivali ed è stato abile a gestire l’Overtime che poteva cambiare le carte in tavola. 

Da segnalare i problemi che hanno che limitato alcuni dei piloti presenti nei Playoffs. Un danno alla trasmissione ha rallentato Zane Smith #21 (GMS Racing), un cedimento ha escluso John Hunter Nemechek #4 (Kyle Busch Motorsport). Difficoltà anche per Todd Gilliland #38 (Front Row Motorsports) ed Austin Hill (Hattori #16).

Pausa di una settimana per la NASCAR Truck Series che riprenderà a settembre da Darlington in concomitanza con l’apertura dei Playoffs per la Cup Series.

NASCAR Xfinity Series, AJ Allmendinger ci prende gusto

AJ Allmendinger vince in Michigan nella NASCAR Xfinity Series a meno di una settimana dal secondo acuto nella Cup Series ad Indy. Il #16 del gruppo domina la scena e si impone in una pista unica nel calendario.

La Chevrolet Camaro di Kaulig Racing ha vinto la Stage 2, una frazione decisiva visto un’importante carambola che ha tolto dai giochi Austin Cindric. Il #22 di Penske, campione in carica e vincitore del primo ‘traguardo volante’, ha toccato Myatt Snider (RCR #2), un incidente che coinvolto altre vetture che transitavano.

AJ Allmendinger è stato perfetto nella fase conclusiva gestendo il primato dal ritorno di Josh Berry (JR Motorsport #1), Justin Allgaier (JR Motorsport #8) e Brandon Jones (Gibbs #19). Il californiano ha gestito i tre overtime completando la prova con un piccolo margine sulla Supra #19 che in tutti i modi ha provato a beffare Allmendinger, una missione non riuscita.

Appuntamento settimana prossima a Daytona con la Cup Series.

Nella prossima puntata…

Spazio nel prossimo week-end alla 300^ gara della Porsche Supercup. Dopo aver celebrato la Carrera Cup Deutschland in quel di Monza è doveroso evidenziare l’imminente appuntamento di Spa-Francorchamps della principale categoria del monomarca tedesco. Da Daytona appuntamento con la NASCAR Xfinity Series, mentre Thruxton accoglierà per la seconda volta nel 2021 il BTCC.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.