Dubai 24h

I padroni di casa di GPX Racing dominano la 16^ edizione della Dubai 24h, primo atto stagionale della 24H Series. Mathieu Jaminet/Julien Andlauer/Axcil Jeffries/Frederic Fatien regalano a Porsche il sesto acuto in questa prova, un record assoluto. L’Audi #31 WRT di Dries Vanthoor/Kelvin van der Linde/Benjamin Goethe/Louis Machiels chiude al secondo posto, davanti alla Mercedes #4 di Maro Engel/Hubert Haupt/Patrick Assenheimer/Khaled Al Qubaisi/Ryan Ratcliffe (HRT)

GPX al comando da subito

Dopo una prima ora caratterizzata da una bellissima lotta per il quinto posto tra il nostro Mirko Bortolotti (Grasser/Lamborghini #63) ed il tedesco Maro Engel (HRT/Mercedes #4), la situazione si è stabilizzata a favore della Porsche #36 di GPX Racing.

Grazie ad un’ottima strategia tra i vari ‘Code60’, sistema che è l’equivalente del più noto FCY, la formazione araba ha allungato sulla concorrenza guadagnando un giro sui rivali. L’unico rivale di GPX Racing sembrava essere la Porsche #92 di Klaus Bachler/Sven Mueller/Jurgen Haring/Wolfang Triller/Vincent Kolb (Herberth Motorsport), ma la battaglia è durata ben poco.

GPX ha continuato ad allungare, mentre l’armata di Herberth ha iniziato scivolare in classifica. Dei problemi hanno limitato la #92, mentre le gemelle #91 e #93 hanno dovuto alzare bandiera bianca in seguito a dei contatti.

Passerella finale per GPX

Le ultime ore non hanno riservato molte sorprese. La Porsche #36 di GPX Racing, al comando con due giri di margine, non ha preso rischi ed ha tagliato il traguardo davanti alla Mercedes #4 di HRT e con tre sull’Audi #31 di WRT Mathieu Jaminet/Julien Andlauer/Axcil Jeffries/Frederic Fatien.

Dopo l’affermazione nel 2019 nella 24h di Spa, la formazione araba vince per la prima volta la 24h di Dubai, iniziando nel migliore dei modi la stagione.

Audi #31 di WRT conquista con Dries Vanthoor/Kelvin van der Linde/Benjamin Goethe/Louis Machiels la seconda posizione grazie ad una perfetta strategia nel finale. Nell’ultima ora è scivolata al terzo posto la Mercedes AMG GT3 #4 di Maro Engel/Hubert Haupt/Patrick Assenheimer/Khaled Al Qubaisi/Ryan Ratcliffe (Haupt Racing Team).

Quarta piazza per la Lamborghini #63 di Grasser Racing con Mirko Bortolotti/Rick Breukers/Adrian Amstutz/Rolf Ineichen. Da registrare, invece, il ritiro per la Porsche #7 di Dinamic Motorsport di Roberto Pampanini/Mauro Calamia/Matteo Cairoli/Stefano Monaco, in difficoltà dopo un contatto con una TCR.

Dubai 24h: le altre categorie

Non solo GT3 PRO al via della 24h di Dubai 2021. Al Qubaisi/Pierburg/Scholze/Bastian/Assenheimer #5 HRT si impongono in GT3-Am, mentre Hilders/Voerman/Bessem/Herber #911 NKP P Racing by Bas Koeten Racing vincono la classe 911. Gorski/Watzinger/Thiel/Lee/Leib con Leipert Motorsport #710 svettano in GPX e Tan/Hull/Miller/Wittmer #438 ST Racing in GT4.

Alla corsa hanno partecipato anche le vetture TCR. Danz/Spescha/Sing/Jost/Leuchter (TOPCAR Sport/Cupra TCR DSG #131) vincono questa speciale categoria, mentre Longin-Guelinc/Kx/Longin/Lowette (PK Carsport #) sono stati i migliori per quanto riguarda la TCX.

Il prossimo atto della 24h Series sarà la 12h del Mugello, prova che si svolgerà nel week- end del 27-28 marzo.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.