Subito dopo il team Pedercini Racing è toccato al GRT Racing Yamaha (esordiente in Superbike) mostrare livrea e piloti per la stagione 2019, il tutto alla presenza di personaggi importanti come Daniele Carli, patron DFX e soprattutto Remo Gobbi, mister Pata, lo sponsor che campeggia sia sulle Yamaha ufficiali che su quelle GRT. Presente anche Andrea Dosoli, project leader di Yamaha per il Mondiale Superbike.

Non chiamatelo team clienti Yamaha! Come annunciato da Dosoli in fase di presentazione, il GRT Yamaha è un team officially supported, ovvero un team supportato ufficialmente da Yamaha, che non avrà nulla da invidiare al team interno Yamaha del Mondiale, quello di Paul Denning con i piloti Alex Lowes e Michael Van Der Mark.

Con il team GRT Yamaha avrà una line up di tutto rispetto per quanto riguarda il Mondiale 2019: Lowes, Van Der Mark, Melandri e Cortese. E proprio Melandri e Cortese sono i protagonisti della presentazione del team GRT, andata in scena subito dopo quella del team Pedercini.

Alla presenza di Daniele Carli (DFX), Remo Gobbi (Pata) ed Andrea Dosoli, il team manager Filippo Conti ha svelato quali sono gli obiettivi del team che in questi anni ha compiuto un bel balzo dagli esordi nella Supersport 300, al passaggio in Supersport 600 (con la tripla corona nel 2017 grazie a Mahias ed il secondo posto con titolo team vinto lo scorso anno) fino al debutto nel Mondiale Superbike quest’anno.

A presentare l’unveiling ufficiale della livrea (già svelata in un evento a Sevilla al quale il team ha partecipato) Sandro Donato Grosso di Sky, l’emittente che con il suo canale free TV8 trasmetterà tutto il Mondiale 2019. Madrina del team e della presentazione la Miss Italia in carica Carlotta Maggiorana (ex Mediaset 2016 inviata sui tracciati del Mondiale).

A Marco Melandri e Sandro Cortese il compito di svelare ufficialmente al pubblico presente in sala la livrea ufficiale del team per il 2019. Colori che poco si discostano da quelli degli scorsi anni e da quelli che Yamaha ha svelato per il team interno di Paul Denning. La R1 affidata al team GRT è tutta blu con una linea grigia che la percorre dal cupulino al codone e con lo sponsor Pata in bella vista sulla carena.

Per Marco Melandri si tratta di un vero e proprio “back to the future” o una chiusura del cerchio, tornando sulla moto con la quale ha debuttato nel 2011 e che lo ha portato a sfiorare il Mondiale poi vinto da Checa. Per Cortese è invece il debutto in Superbike da campione in carica del Mondiale Supersport. A Marco e Sandro quindi il compito di portare il team più in alto possibile, senza disdegnare battaglie anche con il team interno qualora dovessero esserci.

Come per Pedercini, anche per Yamaha GRT i prossimi impegni sono i test invernali di Jerez e Portimao, prima di affrontare la trasferta australiana per preparare i test ufficiali e soprattutto il debutto del team in Superbike.

Ecco qualche dichiarazione raccolta a margine della presentazione del team.

Andrea Dosoli – Project Leader Yamaha: “GRT è un progetto molto strategico nel nostro programma sportivo, che parte dai ragazzini ed arriva fino alla Superbike. Ci mancava quel tassello, il passaggio dalla 600 al Mondiale Superbike e con il team GRT siamo riusciti a chiudere il cerchio ed essendo un progetto strategico verrà supportato in modo adeguato. E’ una squadra rookie nel Mondiale Superbike, ma è  ambiziosa con un approccio imprenditoriale serio e professionale. Abbiamo due piloti di esperienza quali Marco, che sarà il pilastro di questa squadra che aiuterà Filippo ed i sui ragazzi a crescere più velocemente, e Sandro, il chiaro esempio del nostro percorso racing, vincitore del Mondiale Supersport lo scorso anno, che non è più un ragazzino ma è un rookie della Superbike”.

Marco Melandri #33: “Sarà una bella stagione, tutto da rivedere, tutti molto motivati, la voglia di fare bene è tanta e non vedo l’ora di iniziare. L’accodo con GRT è stata una storia molto complicata, ci vorrebbe una enciclopedia per raccontarla perché tutto è partito da molto lontano, anni indietro, quello che conta è il risultato e che ora siamo qui con un team molto competitivo, supportati da Pata e pronti per iniziare una stagione dove sono certo che saremo protagonisti”.

Sandro Cortese #11: “Non vedo l’ora che cominci la stagione 2019. Abbiamo avuto un anno perfetto l’anno scorso in Supersport e sono contentissimo di aver fatto lo step direttamente in Superbike. Abbiamo adesso due test la prossima settimana a Jerez e Portimao e vedremo lì la nostra direzione”.

Da Verona – Marco Pezzoni – @marcopezz2387

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.