Amici di LiveGP.it appassionati di Motociclismo e di Superbike in particolare, benvenuti ad una nuova puntata della nostra rubrica “le Pagelle dei Protagonisti – Superbike” incentrate naturalmente sul Gran Premio d’Olanda vinto da Alvaro Bautista con Jonathan Rea due volte sul podio ed un Van Der Mark in grande spolvero.

Ecco dunque i voti ai protagonisti che hanno permesso al pubblico di casa di godersi un grandissimo spettacolo nel fine settimana sul TT di Assen.

Alvaro Bautista 10 e lode: nella pista teoricamente meno congeniale a Ducati, Alvaro mette in scena un grandissimo spettacolo vincendo entrambe le gare. In gara-1 batte Rea di 3” mentre in gara-2 prima gioca al gatto con il topo con il suo avversario e poi lo saluta vincendo con oltre 5” di vantaggio. E sono 11 su 11, proprio come Rea lo scorso anno…

Michael Van Der Mark 9: dopo un weekend non certo esaltante come quello di Aragon, cosa c’è di meglio dell’aria di casa per ritrovare le giuste motivazioni? P3 in gara-1 e P2 in gara-2 con un sorpasso ed una difesa magistrali su Jonathan Rea.

Alex Lowes 8: al contrario del suo compagno di box, non il weekend migliore che potesse avere ma comunque una prestazione solida. Dimostra che Yamaha c’è ed è vicina se non anche superiore a Kawasaki.

Toprak Razgatlioglu 8: vola via nel warm up procurandosi un trauma cranico e un po’ di botte, decide di correre lo stesso e arriva due volte in top 10. Ditemi voi se non è eroico…

Jonathan Rea 7,5: tanti dicono che senza Bautista sarebbe davanti con 11 vittorie di fila, ma la realtà è ben diversa. Sembra il gemello brutto del Rea ammirato in questi 4 anni, troppo arrendevole rispetto al Johnny degli altri anni. Eppure l’inizio di gara-2 sembrava promettere bene…

Chaz Davies 7,5: un po’ gambero rispetto ad Aragon, ma il gallese sta trovando sempre più feeling con la V4R. Imola sarà un banco di prova importante per il suo campionato.

Leon Haslam 7: più vicino al suo compagno di box rispetto a quanto non lo fosse ad Aragon. Il campione BSB 2018 è sulla strada giusta per stare con i primi dopo un primo scorcio di stagione non proprio da Haslam.

Jordi Torres 7: fa a sportellate con l’acciaccato Razgatlioglu pur di stargli davanti ed essere il miglior team privato, che per Pedercini è come una vittoria. Non riesce nella stessa impresa in gara-2 ma sono punti importanti per la sua classifica.

Markus Reiterberger 7: tra le due BMW quella che ha brillato è quella del tedesco, capace di stare incollato a Bautista per buona parte di gara-1, salvo poi perdere posizioni chiudendo comunque in P5. Batte in volata Sykes al termine di gara-2.

Tom Sykes 6,5: non esattamente quello che si aspettava da questo weekend. Due top 10 ok ,ma non va ancora bene per un pilota abituato a lottare per il podio… in gara-2 poi subisce l’onta della sconfitta in volata per mano del suo compagno di box…

Michael Rinaldi 6,5: anche per Michael un weekend di sofferenza per le botte rimediate ad Aragon. Riesce comunque a terminare entrambe le gare a punti

Marco Melandri & Sandro Cortese 5,5: GRT team in grande sofferenza ad Assen. Sia Marco che Sandro non riescono ad essere competitivi.

Per questa puntata è tutto. Appuntamento alla prossima nel post gara del Gran Premio d’Italia ad Imola, in programma dal 10 al 12 maggio

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.