SBK Magny Cours Rea Kawasaki 1
Jonathan Rea in conferenza stampa in quel di Magny Cours, prima del terzultimo appuntamento del Mondiale SBK

La Francia ci sta abituando ad essere l’ultimo appuntamento valido per il titolo mondiale, cosa non estranea a Jonathan Rea, che proprio a Magny Cours si è tolto più di una soddisfazione nella SBK. Bautista può limitare i danni, ma i 91 punti di distacco tra lui e il britannico rendono disperata una qualsiasi lotta per il mondiale. La BMW potrebbe sorprendere: Lowes ha bisogno di un risultato importante per avere una sella per il 2020.

IN FRANCIA SI PARLA INGLESE

Magny Cours, almeno nella SBK, è terra di inglesi e i vari Sykes, Rea e Davies lo sanno bene: negli ultimi tre anni hanno vinto solamente loro. Bisogna tornare nel 2014 per trovare il nome di Marco Melandri o Sylvain Guintoli e quindi interrompere la striscia di vittorie britanniche in terra francese, il che non fa ben sperare ad Alvaro Bautista. Ancor peggio, dal 2011 e dai tempi di Carlos Checa, nessuno spagnolo ha nemmeno sfiorato il podio della tappa oltralpe del Mondiale Superbike.

91 PUNTI PESANO COME LE ALPI

La cosa più incredibile è che nonostante le 15 vittorie ed i 20 podi totali di categoria di Alvaro Bautista, il distacco nei confronti di Jonathan Rea resta imbarazzante: 91 punti. Complici i tanti errori ed un clima poco sereno nel box, l’alfiere Ducati Aruba.it non si trova nemmeno nella condizione di sperare nel titolo, altro che combattere per esso. Al termine del weekend che sta arrivando, rimarranno solo 124 punti in gioco, il che rende Magny Cours il primo match point di Rea. Sarà anche per questo che Honda ha già lanciato l’annuncio che la vede in collaborazione con Bautista per i prossimi due anni, cosa che nel box Ducati non ha contribuito a distendere gli animi.

GLI ALTRI CHE FANNO?

Adesso è importante per BMW e Yamaha dimostrare quello che sono riusciti ad ottenere nel 2019. La squadra tedesca ha già una line up invidiabile per il 2020, con Eugene Laverty ad affiancare Tom Sykes, e, come se non fosse sufficiente, Tom ha già dichiarato che un paio di settori vanno a nozze con la nuova S1000RR. Se solo BMW riuscisse a sistemare il motore, nulla toglierebbe alla formazione del prossimo anno la possibilità di essere in lotta per il titolo. C’è tanta aspettativa anche per le nuove R1M, ma nel frattempo Alex Lowes deve giocarsi una posizione importante per non rimanere senza sella nell’anno a venire. Con il nostro Lorenzo Savadori a coprire la sella di Manuel Puccetti lasciata libera da Toprak Razgatlioglu, le moto del mondiale SBK libere iniziano a scarseggiare.

GLI ORARI IN TV

SKY Sport MotoGP

Venerdì 27 settembre

10:30-11:20 Prove Libere 1 SBK

15:00-15:50 Prove Libere 2 SBK

16:00.16:45 Prove Libere 2 Supersport

Sabato 28 settembre

11:00-11:25 Superpole SBK

11:40-12:05 Superpole Supersport

12:20-12:40 Superpole Supersport 300

14:00 Gara 1 Superbike

Domenica 29 settembre

11:00 Superpole Race Superbike

12:15 Gara Supersport

14:00 Gara 2 Superbike

15:15 Gara Supersport 300

Eurosport

Sabato 28 settembre

14:00 Gara 1 Superbike

Domenica 29 settembre

11:00 Superpole Race Superbike

14:00 Gara 2 Superbike

Palinsesto TV8

Sabato 28 settembre

14:00 Gara 1 Superbike

Domenica 29 settembre

13:00 Superpole Race Superbike (differita)

14:00 Gara 2 Superbike

WSBK | GP PORTOGALLO, GARA-2: BAUTISTA BATTE REA ALL’ULTIMO GIRO

Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.