SBK Laguna Seca Rea Kawasaki Cavatappi 1
Jonathan Rea, durante il round SBK di Laguna Seca del 2018

Laguna Seca sarà per Jonathan Rea la gara della SBK più importante dell’anno. Qui negli Stati Uniti la punta Kawasaki può infliggere un altro duro colpo allo sfidante Alvaro Bautista, che ha perso parte dell’inossidabile fiducia derivante dai risultati ottenuti ad inizio stagione. Negli ultimi anni solo Chaz Davies ha potuto competere con Rea in America, ma il britannico potrebbe avere qualche sorpresa anche da Yamaha e BMW.



COLPIRE ALVARO FINCHÈ È CALDO

A Laguna Seca l’obiettivo di Jonathan Rea è uno ed uno soltanto: abbattere ulteriormente il morale di Alvaro Bautista nelle tre gare della SBK. Il dominio a tratti incredibile dello spagnolo in sella alla Ducati Panigale V4R è venuto meno nelle piste con asfalto men che perfetto, dove la stabilità e la dolcezza della Kawasaki riuscivano a prevalere sulla velocità e percorrenza della Ducati. In questa ottica anche Laguna Seca può diventare per Rea un’alleata preziosa, mentre le future gare della SBK potrebbero non essere così amichevoli. Per questo bisogna colpire Alvaro (il ferro) finchè è caldo.

SYKES E LOWES IN AGGUATO

Non ci sarà però da meravigliarsi se questo duetto che vediamo da inizio stagione sarà nuovamente complicato dagli outsider. Ormai anche solo il termine non è più adeguato: Tom Sykes e la BMW sono una certezza incrinata solamente dai problemi tecnici che il giovane progetto S1000RR 2019 paga. Non avrà questi problemi Alex Lowes, che insieme a Loris Baz punteranno a portare le loro Yamaha R1M nelle posizioni di vertice. Non sarà invece facile essere della partita per Michael VD Mark, che ancora soffre dell’infortunio patito prima del round britannico.

IL RISVEGLIO DI CHAZ DAVIES?

Manca all’appello un altro protagonista, che con la V4R sta facendo a pugni dalla prima volta che l’ha accesa. Chaz Davies è stato il diretto sfidante di Rea con la “poco competitiva” Panigale V2, mentre adesso con una moto che nelle mani di Bautista vince, lui non riesce proprio a trovare pace.

Mancano feeling e velocità in curva, cose che un pilota come Alvaro si porta dietro dall’esperienza della MotoGP, dove i prototipi hanno telai decisamente più rigidi. Resta il fatto che Laguna Seca sia per Chaz Davies una pista decisamente favorevole, la più plausibile per un risveglio oramai obbligatorio.

L’ULTIMA LAGUNA DI MELANDRI

La pista americana vedrà per l’ultima volta Marco Melandri in sella ad una Superbike. Il ravennate ha recentemente annunciato il suo ritiro dalle corse vista la difficoltà che sta incontrando con la R1 e prima ancora con la Panigale V2. Marco ha dichiarato di non sentirsi più veloce come un tempo e saper quando chiamarsi fuori dalla contesa è una cosa che non tutti sanno fare. In bocca al lupo Macio!

GLI ORARI IN TV

Sabato 13 luglio

H 18.00 Superbike, Prove Libere 3 (Sky)

H 20.00 Superbike, Superpole (Sky)

H 23.00 Superbike, Gara 1, (Sky – TV8 – Eurosport)

Domenica 14 luglio

H 20.00 Superbike, Superpole Race (Sky)

H 23.00 Superbike, Gara 2 (Sky – TV8 – Eurosport)

WORLDSBK | GP GRAN BRETAGNA, PAGELLE: REA TORNA LEADER, BAUTISTA LIMITA I DANNI

Alex Dibisceglia

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.