Secondo il nuovo pilota della Ducati in SBK, Alvaro Bautista, la classe regina del Motomondiale e i suoi piloti non sono il top del motociclismo mondiale. Lo spagnolo, dopo il recente exploit con il tris di vittorie all’esordio in Superbike, è finito inevitabilmente al centro dei riflettori dei media e non solo. Bautista, che vanta una lunga carriera nel Motomondiale, è ora diventato metro di paragone tra le due categorie regine del motociclismo. Una sola è la domanda che attanaglia da sempre gli appassionati: sono più forti i piloti della MotoGP o quelli della Superbike?

Bautista non pare essere tanto d’accordo sulla tesi per cui i piloti della classe regina, e la MotoGP in generale, siano ciò che di meglio possa offrire il motociclismo: “I migliori piloti del mondo in MotoGP? Non penso. In MotoGP ci sono dei piloti, in Sbk altri. Sono moto differenti e non è possibile fare alcun confronto. I piloti della Sbk non hanno nulla da invidiare a quelli che corrono nel Motomondiale”.

Opinione rispettabilissima quella di Alvaro, ma dettata certamente dal fatto di essere andato via dalla MotoGP in una delle sue migliori stagioni nella classe regina, in cui, tra l’altro, quando ha avuto la possibilità di guidare la Desmosedici ufficiale di Jorge Lorenzo – guarda caso a Phillip Island – ha concluso la gara con una brillantissima quarta posizione. Viene difficile pensare che il livello della MotoGP non sia più alto rispetto a una SBK che sì, presenta un livello rispettabilissimo, ma sicuramente non all’altezza della regina del Motomondiale.

I numeri parlano chiaro. Quanti piloti della classe delle derivate di serie hanno poi vinto l’iride in MotoGP? La risposta è nessuno. Al contrario invece, piloti come Max Biaggi, una volta arrivati in SBK, tra l’altro a fine carriera, hanno dimostrato di poter vincere abbastanza agevolmente. Un altro esempio è lo stesso Bautista, che nel Motomondiale, mio personalissimo parere, con una moto “decente” potrebbe stare tranquillamente tra i primi 7-8 piloti del paddock.

Senza dimenticare Marco Simoncelli nel 2009 a Imola: prendendo in mano l’Aprilia Superbike solo due giorni prima, conquistò la terza posizione in gara 2 (ai danni del compagno di squadra Biaggi).

Quindi certamente il livello della SBK è un livello altissimo, sarebbe da pazzi dire il contrario; lo stesso sarebbe anche solo pensare che il livello tra le due categorie – SBK e MotoGP – sia minimamente paragonabile.

Andrea Pinna

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.