Sulla pista cittadina di Macau è il road racer vincitore del TT Peter Hickman a chiudere in testa la prima sessione di qualifiche, seguito immediatamente dietro dal plurivittorioso Michael Rutter, in sella alla Honda MotoGP Replica del team Aspire-HO by Bathams Racing. Sessione interrotta due volte per due cadute spaventose, con Raul Torras fuori pericolo, a dimostrazione della pericolosità di questo tracciato, in particolar modo per i piloti delle due ruote.

LA CHIUSURA DELLE RR 2018. Macau, splendido protettorato cinese in terra portoghese, segna come tutti gli anni la fine della stagione per il calendario delle Road Races. In questo splendido viaggio si incontrano i migliori piloti di tutto il mondo, e la differenza tra questo circuito ed il Mountain dell’Isola di Man rimescola le carte in tavola, rendendo qualsiasi pronostico difficilmente attendibile. L’uomo su cui puntare in quel del Circuito da Guia è Michael Rutter, che quest’anno gareggia con la Honda RC 213V-S MotoGP replica, uno dei pochi esemplari prodotti dalla casa alata con il 4 a V ricopiato dalle MotoGP clienti del Motomondiale. Ma non è Rutter a condurre le qualifiche del giovedì mattina.

PETER HICKMAN, DAL TT CON FURORE. È di nuovo “Hicky” infatti a gettarsi al comando della prima sessione di qualifiche del Macau GP. Il suo 2’25”429 gli garantisce la pole provvisoria, da confermare nella seconda sessione delle qualifiche di venerdì mattina che si spera possa essere meno condizionata dagli incidenti. Grande paura per lo spaventoso urto di Raul Torras alla Mandarin Oriental Bend, che ha perso coscienza dopo ma che è stato confermato fuori pericolo dai marshall. Tornando alla classifica dei tempi, Hickman stacca Rutter di quasi un secondo ma è chiaro come i due stiano facendo un altro mestiere al momento: Danny Webb è infatti terzo con la BMW di Penz13 a ben due secondi e mezzo di distacco dalla vetta, seguito a sua volta da Martin Jessopp (+3.317) e Gary Johnson (+3.400).

IL PROGRAMMA DELLA CORSA.  Come è risaputo, sono le automobili il piatto forte per il pubblico di Macau, il che lascia alle moto uno spazio relativamente ristretto per provare. Prima della gara resta infatti solamente una sessione di prove cronometrate (che deciderà lo schieramento di partenza) alle 00:30 di questa notte (ora italiana). Poi ci sarà il WarmUp alle 04:50 di sabato mattina, mentre la gara di 12 giri partirà alle 08:55 sempre di sabato. Quest’ultima sessione sarà visibile su AutomotoTV, canale 228 di Sky.

Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.