Lo sloveno vince gara 2 che, a parità di punteggio, gli regala il gradino più alto del podio; Herlings combina un guaio, cade nel giro di riscaldamento, si frattura la caviglia, ma prende il via della manche e vince: un alieno! Prado ipoteca il titolo MX2.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

MXGP. Si continua con la sfortuna in MXGP, dopo i guai di Russia per Lupino (frattura sterno e 4 vertebre), Desalle (tibia e perone, già operato) e Bobryshev (frattura tibia oltre ai legamenti del polso già lesionati ed in attesa di intervento chirurgico); KTM lascia Kegums con i suoi assi infortunati: Jeffrey Herlings si frattura la caviglia e Tony Cairoli si lussa la spalla durante il primo giro di gara 2.

Come già detto Herlings, alla seconda gara dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori dal mondiale, trionfa in gara 1 sulla sabbia lettone battagliando con un superlativo Arnaud Tonus, che ha guidato in testa per parecchi giri. Terzo un febbricitante ed acciaccato Tony Cairoli, dopo i postumi della botta rimediata in Russia: stringe i denti e guida alla grande, tenendo a bada la furia di Romain Febvre, che sferra diversi attacchi e chiude quarto. Jeremy Seewer chiude quinto e la tabella rossa Tim Gajser chiude solo sesto, ma non è al 100%. Il nostro Ivo Monticelli chiude decimo dando un segnale forte per le selezioni del motocross delle nazioni.

In gara 2 Herlings non scende in pista, Seewer parte a razzo e domina per 11 giri, Tonus è subito alle sue spalle guidando la Yamaha in maniera efficace, ma dopo 5 giri viene passato da un Tim Gajser deciso a mettere punti fondamentali tra lui e Cairoli. Cairoli appunto: il siciliano è settimo alla prima curva, rimonta in terza posizione, ma dopo poche curve perde il posteriore della sua KTM e cade sbattendo violentemente la spalla. Una sfortuna dietro l’altra per l’alfiere del team De Carli.

Gajser quindi prende la testa del gruppo inanellando giri veloci a raffica, alle sue spalle è lotta Yamaha tra Seewer, Tonus e Febvre ed è proprio quest’ultimo a guadagnarsi il secondo posto durante la tornata finale.

Classifica di Giornata MXGP: 1. Tim Gajser (Honda) 40 pt., 2. Romain Febvre (Yamaha) 40 pt., 3. Arnaud Tonus (Yamaha) 40 pt.

Classifica di Campionato MXGP: 1. Tim Gajser (Honda) 391 pt., 2. Antonio Cairoli (Ktm) 358 pt., 3. Jeremy Seewer (Yamaha) 256 pt

MX2: Jorge Prado, la promessa del motocross del futuro in forza alla KTM ufficiale, fa “ALL IN”, vincendo la qualifica e trionfando in entrambe le manches. In gran forma Jago Geerts che guadagna la seconda posizione in gara 1 ai danni di Thomas Olsen, quindi Ben Watson e Maxime Renaux. Buona ottava posizione per il nostro Cervellin.

In gara 2 Prado saluta tutti e se ne va indisturbato, Geerts a 2 giri dal termine beffa Olsen che chiude terzo, Watson fa quarto e Adam Sterry chiude la top 5. Il Cerve fa decimo e ottavo di giornata.

Classifica di Giornata MX2: Jorge Prado (Ktm) 50 pt., 2. Jago Geerts (Yamaha) 44 pt., 3. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 40 pt. 

Classifica di Campionato MX2: 1. Jorge Prado (Ktm) 397 pt., 2. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 367 pt., 3. Jago Geerts (Yamaha) 301 pt.

 

Appuntamento per il GP di Germania il prossimo weekend sullo spettacolare tracciato di Teutschenthal, decimo round del Campionato Mondiale FIM Motocross 2019.

Davide Pizzighello

Photo by Davide Messora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.