Dopo ben tre settimane di stop, torna la MotoGP. Sarà come di rito Jerez de la Frontera, Andalucía, a dare il via all’inizio del calendario europeo. Tenutasi oggi la Press Conference di inizio weekend per il GP di Jerez, i cui protagonisti sono stati Marc Marquez, Valentino Rossi, Andrea Dovizioso, Alex Rins, Jack Miller e per la Moto3 Jaume Masía.




Il primo a prendere parola è Andrea Dovizioso, pilota Ducati. Lieto di presentarsi a Jerez primo nella classifica della Live Championship, mai andato a podio sul circuito di Jerez, le aspettative per la gara sono alte. A suo parere la Ducati già l’anno scorso ha dimostrato di essere competitiva su questa pista, nonostante il pilota non avesse portato a termine la gara a causa di una caduta. Andrea Dovizioso (#04): “Mi sento più fiducioso, rispetto all’anno scorso siamo più competitivi, ma da Jerez non so bene cosa aspettarmi. L’anno scorso la velocità era migliore, ma quest’anno l’asfalto è completamente nuovo, questo condizionerà parecchio tutti, dobbiamo vedere se lo farà in positivo o in negativo. Credo che questa stagione qui sarà diversa perché gli avversari sono in una condizione diversa, ma l’asfalto determinerà tutto.”

Valentino Rossi a caccia della prima vittoria stagionale, reduce da due seconde posizioni per il campionato 2019, spera di riuscire a trovare la sua preda proprio qui a Jerez. Valentino Rossi (#46): “Abbiamo migliorato la moto, perché l’anno scorso abbiamo avuto un weekend difficile. Questo è un buon weekend per capire quanto siamo veloci. Sono molto contento dell’avvio di stagione. Ora inizia la parte più importante, da Jerez ci saranno molte piste europee e io spero di essere in lotta per il campionato.”

Campione in carica del GP delle Americhe: Alex Rins. Trovata la sua prima vittoria in MotoGP, ora è il momento di tornare concentrati in vista del nuovo Gran Premio. Alex Rins (#42): “E’ stato incredibile ottenere la mia prima vittoria in MotoGP, e soprattutto averla ottenuta ad Austin, dove ho avuto la mia prima vittoria in Moto2 e Moto3. Dopo la gara però ho pensato alla nuova gara ad Jerez. Mi sento preparato e anche il mio Team, quindi l’obiettivo è lo stesso, stare nel gruppo di testa e se possibile vincere la gara.”

Marc Marquez dopo aver interrotto a causa di una caduta il suo dominio incontrastato ad Austin, definisce la domenica dell’ultima gara “frustrante”, ma non le settimane successive, indirizzate a capire gli errori per non ripeterli. Jerez è un circuito nelle corde del pilota Honda, vincitore l’anno scorso. Marc Marquez (#93): “E’ un circuito che mi piace. Si adatta bene al mio stile di guida, ma dobbiamo capire l’asfalto e il livello degli avversari. Inoltre dobbiamo capire bene la temperatura per il pomeriggio della gara.”

Infine Jack Miller, pilota Ducati Pramac, tornato a podio dopo oltre due anni e mezzo ad Austin. Gli ultimi buoni risultati per l’australiano erano stati su pista bagnata, definiti da lui poco realistici per descrivere l’andatura della sua Ducati. Austin ha sicuramente fatto ritrovare a Miller e al suo Team fiducia per la stagione in corso. Jack Miller (#43): “L’anno scorso qui il risultato è stato discreto. Qui ho sempre avuto un buon passo, ma non sono mai veramente riuscito ad esprimere il meglio in gara, speriamo che quest’anno ci riuscirò. Bisognerà capire il nuovo asfalto, ma avremo una gomma in più per questa occasione. Proveremo ad ottenere un buon risultato.”

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.