Amici di LiveGP.it appassionati di Motociclismo e di MotoGP in particolare, benvenuti alla terza puntata della nostra consueta rubrica “le Pagelle dei Protagonisti – MotoGP” incentrate ovviamente sul GP Usa vinto da Rins su Rossi e Miller, con Marquez out tra lo stupore generale.

Ecco dunque i voti ai protagonisti che hanno tenuto incollati ai seggiolini del COTA di Austin gli appassionati americani venuti a gustarsi un bel weekend di motociclismo.

Suzuki 10 e lode: weekend da incorniciare per la casa di Hamamatsu. Ritorno alla vittoria in MotoGP con Alex Rins e doppietta nel MotoAmerica con i due piloti del team Yoshimura Elias ed Herrin, il tutto sotto gli occhi compiaciuti di un Kevin Schwantz sempre presente.

Alex Rins 10 e lode: prima vittoria in carriera in MotoGP per lo spagnolo del team capitanato da Davide Brivio. Bello il corpo a corpo con il suo idolo d’infanzia Valentino Rossi e trovarselo sul podio per Alex è stato come un regalo di compleanno.

Valentino Rossi 9,5: mezzo punto in meno per essersi lasciato scappare una vittoria ampiamente alla sua portata. Dimostra ancora una volta di esserci per lottare per risultati importanti anche a 40 anni di età. Secondo nel mondiale quando poteva essere in testa…

Jack Miller 8: è una notizia il fatto che non venga coinvolto in bagarre. Il buon Jack disputa una gran gara centrando il suo secondo podio di carriera, il primo da pilota Ducati. Risultato che gli fa guardare al team interno con uno sguardo molto interessato sulla sella di Petrucci.

Franco Morbidelli 8: dopo l’errore dell’Argentina il miglior modo per dimenticare la brutta gara è centrare una grandissima prestazione in America, cogliendo un buonissimo quinto posto alle spalle di Andrea Dovizioso.

Taka Nakagami 8: in una giornata grigia per Honda, è lui l’unica nota lieta dello squadrone HRC. Zitto zitto il buon Taka continua nella sua marcia di miglioramento centrando un’altra top 10.

Fabio Quartararo 7,5: un’altra grande prova per il franco/spagnolo del team Petronas Yamaha. Dopo la sfortuna in Qatar si è ripreso alla grande centrando due ottime top 10 in Argentina e Texas per dar luce al suo campionato da rookie.

Pecco Bagnaia 7,5: prima meritatissima top 10 per Pecco, che disputa una gara attenta e senza commettere errori stando sempre a ridosso dei primi dieci, approfittando anche delle uscite di scena dei vari Crutchlow, Marquez e Lorenzo.

Andrea Dovizioso 7: ok non la miglior gara in assoluto per il Dovi, ma ha il merito di uscire da Austin da leader del mondiale con 9 punti su Marquez. Premiata la sua super partenza da P13 a P4 con 9 posizioni recuperate.

Pol Espargarò 6,5: prima delle KTM al traguardo e prima top 10 stagionale per Polyccio che, come Bagnaia, disputa una gara attenta e sempre in top 10 senza mai soffrire.

Danilo Petrucci 6: come la sua posizione al traguardo. Gara senza infamia e senza lode per Petrux, arrivato alla terza P6 su altrettante gare. Inizio di stagione non particolarmente esaltante per il pilota Ducati.

Andrea Iannone 6: primi punti in campionato per il pilota di Vasto, che forse inizia ad ingranare con la sua Aprilia su una pista che comunque gli piace.

Marc Marquez 5,5: gara da dimenticare per il Cabroncito, che aveva la vittoria in pugno con più di 3 secondi di vantaggio su Rossi quando però mancava ancora più di metà gara. Primo zero stagionale, con caduta goffa annessa nel tentativo di rimettere in moto la sua Honda.

Joan Mir e Maverick Vinales 5,5: gara rovinata per entrambi dal ride through per jump start. Un errore che ci può stare per Mir che è un rookie, ma da Vinales…

Cal Crutchlow 5,5: sfortunatissimo in questo inizio di stagione l’inglese del team di Cecchinello. Dopo il ride through in Argentina, la caduta senza avvisaglie in Texas mentre era alle spalle di Rossi.

Jorge Lorenzo 5: nella giornata nera di Honda si inserisce anche il problema tecnico alla moto del numero 99. Jorge è lontano dalla confidenza con la sua Honda e tutto quello che gli sta succedendo certo non lo aiuta…

Per questa puntata è tutto. Arrivederci alla prossima, in programma nel post gara del Gran Premio di Spagna a Jerez, prima gara della stagione europea del Mondiale. Gran Premio di Spagna in programma nel weekend del 3-5 maggio.

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.