E’ stata una gara incredibile e ricca di colpi di scena, quella che ha visto i protagonisti di Moto3 sfidarsi sul tracciato di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale 2019.

Dopo una prima parte che ha visto la caduta di molti piloti, tra i quali Dennis Foggia (poi portato in ospedale per accertamenti), la bandiera rossa e la sospensione della gara, la vittoria della seconda parte è andata a Sergio Garcia, al debutto quest’anno, sul poleman Andrea Migno.




Stupenda prova per Xavier Artigas, che ha ottenuto il podio e “rischiato” di vincere alla prima apparizione in Moto3. Un terzetto al quale negli ultimi istanti di gara si sono aggiunti Suzuki e Salac, ma la bravura e la fortuna alla fine hanno premiato lo spagnolo numero 11.

Giunto a Valencia in piena lotta per il titolo riservato ai rookie, il nostro Celestino Vietti si è aggiudicato il campionato riservato ai debuttanti.

Cronaca. Andrea Migno non fa una partenza brillante e dalla pole si accoda in terza piazza. Al comando Ramirez, alle sue spalle sono tutti vicinissimi con Migno che si riporta in seconda piazza, dopo il sorpasso su Masia, mentre il leader della gara cerca la fuga.

La moto di Aron Canet continua a fumare, intanto Jaume Masia finisce a terra. In seconda posizione sale Suzuki, davanti al nostro “Mig”. A terra anche Antonelli, mentre contemporaneamente cadono Dennis Foggia e Carlos Tatay con la moto del primo in fiamme. Viene sventolata la bandiera rossa e la gara viene sospesa. Molte le cadute, tra le quali anche quelle di Jeremy Alcoba e Makar Yunchenko, in una carambola innescata da Tatay in curva 11. Per fortuna i piloti sono coscienti, ma la preoccupazione è alta per Dennis Foggia, che dopo il botto rimane sulla pista.

Il pilota italiano viene stato trasportato con l’ambulanza al centro medico, ma fortunatamente riprende conoscenza e sembra non lamentare gravi conseguenze. Ripartenza con griglia un po’ cambiata: Fenati parte dalla pit-lane, mentre Canet, partito dai box nella prima parte di gara, scatta dalla quarta casella.

Partenza a razzo per Migno, che si porta subito in testa, ma Ramirez si riprende il comando che già aveva conquistato nella gara precedente, prima della sospensione. Canet si porta in terza piazza terzo, ma Tatsu Suzuki lo scavalca portandosi a ridosso del duo di testa.

Xavier Artigas segna il giro veloce, mentre Garcia si prende la testa e Artigas sorpassa ancora salendo in terza piazza, prima di portarsi addirittura al comando con Migno secondo. Giro veloce per Artigas, che dietro di sè ha il terzetto Migno-Garcia-Suzuki e ne può approfittare per scappare mentre i tre lottano fra loro.

A 3 giri dal termine la lotta è a quattro, con Artigas sempre al comando: Migno scivola alle spalle di Garcia e Suzuki, ma il leader sbaglia e rientra terzo, con Migno e Suzuki davanti a tutti; il tutto mentre Salac si mette in lista per la vittoria e si aggiunge al quartetto di testa.

Lotta feroce con Garcia e Migno all’ultimo giro con l’italiano in testa, ma lo spagnolo all’ultima curva sferra l’attacco e per pochi millesimi conquista il successo, con Artigas sul podio al debutto in Moto 3. Celstino Vietti si aggiudica invece il titolo di Rooke of the Year.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.