Roman Stanek (US Racing,Tatuus F.4 T014 Abarth #97)

Sono state due gare che hanno premiato Dennis Hauger e Roman Stanek, quelle di Imola nell’Italian F4. Nella prima delle due manche Stanek, autore di tre pole position, si è dovuto arrendere e ritirare, dopo una corsa che lo ha visto in testa per gran parte della corsa. E’ stata invece più fortunata la seconda, dove il pilota ceco ha centrato la prima vittoria nel campionato tricolore, nonostante le tante Safety Car entrate in pista a causa di incidenti.




Gara-1. Stanek scatta davanti a tutti seguito da Hauger e Jonny Edgar. Paul Aron viene attaccato alla Piratella da Belov. Edgar attacca Hauger, poco dopo Lucas Roy Alecco salta sul cordolo del Tamburello ed esce di pista.

Nella lotta tra Petecof ed Aron i due si toccano, ma l’estone rimane davanti. Alessandro Famularo va a sbattere contro le protezioni del rettilineo principale, provocando il distacco del musetto. Belov fa segnare un giro veloce, mentre un errore di Stanek lo costringe a rientrare in terza piazza, lasciando la vetta ad Hauger ed edgar, salvo poi ritirarsi.

Trionfa quindi Hauger davanti ad Edgar e Belov. Ottavo e nono i primi italiani, Simonazzi e Andrea Rosso.

Gara-2. Stanek si trova primo alla prima curva, seguito da Petecof, Hauger, Aron e Belov. Safety Car in pista con l’uscita di Seb Freymuth alla Piratella. Dopo alcune tornate dopo la ripresa della corsa, Andreas Estner esce di pista, mentre Hauger tenta l’attacco su Petecof.

La SC entra altre due volte in pista, a causa di due incidenti che escludono dai giochi anche il nostro Nicola Marinangeli. C’è tempo per un ultimo giro a pieno ritmo, prima della vittoria di Stanek davanti a Petecof ed Hauger. Primo degli italiani Umberto Laganella, che chiude decimo.

Appuntamento a domani, con gara-3 e gara-4, la quale sostituisce una manche cancellata per maltempo a Misano.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.