E’ un giorno triste per il motorsport quello odierno. Nell’Alvort Desert, in Oregon, è deceduta Jessi Combs, volto noto sia per le sue imprese sportive, che per essere stata conduttrice di “Extreme off-road 4×4”, reality molto conosciuto negli States. La 36enne è morta nel tentativo di battere il record di velocità, già da lei stabilito nel 2013.




Una vita dedicata ai motori quella di Jessi Combs che, fin dopo gli studi terminati con laurea conseguita alla WyoTech (un college americano per la formazione di tecnici del settore automobilistico), era stata incaricata della costruzione di un’auto da zero in sei mesi da esporre allo Specialty Equipment Marketing Association (Sema).

Ma è il 9 ottobre 2013 che consegna la Combs agli annali, data in cui guida la North American Eagle (NaE) Supersonic Speed Challenger nel deserto di Alvord, stabilendo il record di velocità terrestre a 4 ruote femminile con una corsa ufficiale di 398,954 mph (632 km / h) e una velocità massima di 709 km / h (440,709 mph).

Parecchi sono pure i successi come pilota professionista: l’Ultra 4 King of the Hammers nel 2014 e nel 2016, il Rallye Aicha des Gazelles nel 2015, l’Ultra 4 National Championship nel 2014, il Serie Ultra 4 Western Region e l’ Ultra 4 Stampede Legends Class nel 2014.

Quest’oggi era impegnata nel tentativo di battere il suo precedente record a bordo di una Jet Car che aveva mostrato pochi giorni fa su Twitter.

Vincenzo Buonpane

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.