Il 16 febbraio 1979 nasce Valentino Rossi. Oggi, 40 anni dopo, l’uomo dei record non smette di stupire il suo pubblico. Sulle due ruote, il “Dottore” in questi anni ha regalato emozioni, certezze e anche qualche sorpresa. Ma chi è Valentino Rossi fuori dalle piste?

I 40 anni sono uno step importante e significativo. Ricordare e celebrare i suoi traguardi in questa giornata, è una tappa per tutti i suoi seguaci. Valentino da anni è riuscito ad andare oltre il ruolo del campione motociclistico, al punto di diventare una figura significativa nella cultura di massa. Oltre all’attività personale in pista, Rossi ricopre anche la figura di dirigente: nel 2014 ha fondato lo SKY Racing Team VR46. Questo progetto, nato da una partnership con SKY, coinvolge le categorie di Moto2 e Moto3 nel Motomondiale, ma non si ferma qui: il Team si estende anche nel C.I.V. (Campionato Italiano Velocità), all’interno del quale supporta il proprio junior team.

Ma Valentino non si è fermato qui. Questa attività è strettamente legata alla sua VR46 Academy, alla quale è affettivamente legato. Nata sempre nel 2014 con l’obiettivo di far crescere nuovi piloti, vede quest’obiettivo realizzarsi già da due anni, grazie alla vittoria nel 2017 di Franco Morbidelli in Moto2, e successivamente quella nel 2018 di Pecco Bagnaia: ragazzi, ma ormai campioni, che Rossi può vantare di avere cresciuto e formato.

La grande soddisfazione personale, per il pilota di Tavullia, non si ferma di certo qui. Grande risultato del suo impegno personale è anche il famoso Ranch. Rossi probabilmente è intimamente legato a questo terreno. Molto semplicemente può essere descritto come una pista sterrata: affettivamente lo stesso Valentino ha iniziato a girare su queste collinette insieme a Mattia Pasini e Marco Simoncelli, creando una casa che ha accolto e accoglierà campioni di grande calibro. Il Ranch inoltre è il parco divertimenti della “Scuola del Dottore”. Quasi ogni settimana il “Professore” e la sua Academy salgono in sella per sfidarsi tra loro e qualche volta avere la soddisfazione (per i più giovani) di poter arrivare a dire che qualche “allievo” supera il Maestro.

Da cinque anni si celebra a dicembre, una “classica” dell’inverno. Rossi adibisce il Ranch a competizione internazionale: a fine campionato infatti si celebra “la 100 km dei Campioni”, che vede sfidarsi tra loro il padrone di casa, i piloti dell’Academy ed altri piloti da e fuori l’Italia. Una competizione che non ha impiegato molto tempo a diventare televisiva, seguita ed attesa ogni anno da moltissimi tifosi da tutto il mondo.

Rossi è riuscito a far coincidere la sua grande passione per le due ruote con la sua vita. Ma Valentino, oltre ad averne di svariate, è a sua volta uno sfegatato tifoso. Interista, come ha descritto la livrea della sua nuova moto per il 2019. Rossi spesso e volentieri si concede di andare a vedere la sua adorata squadra del cuore, alle volte insieme alla sua attuale compagna Francesca Sofia Novello. Il grande campione in realtà ha dimostrato in questi 40 anni, di non essere solo “IL” pilota, ma di essere anche un imprenditore, un dirigente, un maestro ed un tifoso, che ha a cuore le sue attività e le altre sue passioni: di sicuro continuerà a stupire nel corso della sua carriera dentro e fuori la pista.

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.