E’ iniziato solamente in questo weekend il GT Italiano 2019, ma dalle prime due gare di Vallelunga è già parso quali saranno i due equipaggi principali a giocarsi il titolo. Il team Imperiale e l’Antonelli Motorsport si sono infatti divisi le vittorie grazie rispettivamente a Postiglione-Mul ed Agostini-Rovera.




Una prima supremazia caratterizzata anche dai quattro posti sul podio su sei occupati dalle due compagini, dimostratesi – almeno in questo primo appuntamento – un gradino sopra tutti.

Gara-1

Eppure, alla vigilia del weekend romano anche l’Audi di Fontana-Kaffer poteva essere considerata tra i favoriti, considerata la pole siglata per la prima corsa. La partenza ritardata per problemi al semaforo ha infatti impedito al giovane pilota tricolore di mantenere la prima piazza, finita nelle mani della Lambo #63. Nonostante una safety car dopo una decina di giri, Postiglione ha gestito senza troppi problemi la situazione, lasciando il volante a Mul saldamente al comando. L’olandese è stato altrettanto bravo a replicare lo stint del suo compagno, regalando la prima vittoria al team Imperiale. Essi sono stati abili anche a sfruttare l’assenza di handicap tempo per questa prima gara dell’anno, esattamente come Rovera-Agostini. I due hanno condotto una buona gara, non riuscendo a reggere il passo dei leader, ma bravi e fortunati a concludere al secondo posto. Un problema all’anteriore destra li ha infatti costretti a tagliare il traguardo sulla difensiva, resistendo ai timidi attacchi di Casè-Veglia. Questi ultimi hanno rimontato alla grande fino all’ultimo gradino del podio, precedendo la vettura gemella di Fuoco-Hudspeth. Protagonisti di un bel duello nel finale, anche la BMW M6 si è resa autrice di un bel recupero, con Comandini-Johansson comunque bravi e quinti al traguardo. Sesta invece l’Audi R8 di Fontana-Kaffer.

Gara-2

E’ stato un violento scroscio di pioggia a caratterizzare la seconda gara del weekend ad una ventina di minuti dal termine, che ha costretto tutti gli equipaggi ad una sosta extra ai box per montare le rain. Un episodio imprevisto che comunque non ha mutato lo scenario dopo i primi pit stop, con Rovera-Agostini molto bravi a gestire una situazione non semplice. I due, partiti dalla pole, hanno condotto dall’inizio alla fine in modo magistrale ed andando a prendersi una bella vittoria. Se per loro la pioggia non è stata un fattore determinante, è andata diversamente per Postiglione-Mul. Reduci dal maggiore handicap tempo in virtù della vittoria del sabato, il pilota tricolore ha sfruttato tutto il suo potenziale nel finale per rimontare dal quarto al secondo posto. Un sorpasso negli ultimi giri sull’Audi R8 di Fontana-Kaffer lo ha premiato con la piazza d’onore, proprio davanti alla vettura dei quattro anelli. Il finale di gara ha regalato anche un bel duello tra Casè-Veglia e Di Amato-Vezzoni, con il sorpasso dei primi alla curva Roma, vanificato per una penalità di 6 secondi per un cambio irregolare. In questo modo la Ferrari del team Rs ha ricevuto la quinta posizione sotto al traguardo, dietro alla 488 di Fuoco-Hudpseth – protagonisti di un’altra bella rimonta – e l’altra vettura gemella penalizzata dell’Easy Race. Settimo il debuttante Baldan, davanti alla BMW M6, in difficoltà sul bagnato e l’altra Mercedes di Palma-Larini.

Nelle altre classi, in GT Light è arrivata una sonora doppietta per Sernagiotto-Lippi con la loro Ferrari 458 GT3, stesso epilogo verificatosi nella GT4. In questo caso sono stati De Castro-Riccitelli a siglare la doppia vittoria, anche se la classifica della seconda corsa non è ancora definitiva per via del protrarsi delle verifiche tecniche.

Dopo il primo round di Vallelunga, la classifica del GT Italiano vede quindi Postiglione-Mul ed Agostini-Rovera in testa a pari punti a quota 35. Casè-Veglia seguono a 18 punti, uno in più della coppia Audi Fontana-Kaffer. Prossimo appuntamento della serie Sprint sarà nel weekend del 21-23 giugno ad Imola.

Alessio Sambruna

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.