Prende il via questo fine settimana dall’Arabia Saudita, la stagione 6 della serie riservata alle vetture elettriche. Tante le novità a partire dalle location di gara, con le new entry Seul e Giacarta e il ritorno d Londra (che chiuderà la stagione con un double header), e per finire con la lista dei team partecipanti che annovera scuderie del calibro di Mercedes e Porsche, che affiancano le già presenti Bmw e Jaguar solo per citarne alcune.




Mai come quest’anno il lotto delle partecipanti alla serie full elettric è di tutto rispetto. Come detto Mercedes e Porsche faranno il loro debutto ufficiale nella serie, anche se la scuderia Campione del Mondo era già presente la scorsa stagione come partner della HWA. Da quest’anno team e struttura completamente e rigorosamente marchiati con la stella a tre punte, con il Campione del Mondo di Formula 2 Nick De Vries e l’ex McLaren Stoffel Vandoorne che avranno il compito di “imitare” i colleghi con la motorizzazione ibrida.

Per quanto riguarda la Porsche saranno Neel Jani (di ritorno dopo l’esperienza con la Dragon) e l’ex Techeetah Andrè Lotterer a difendere i colori della casa di Stoccarda. Cambio di casacca anche per Antonio Felix Da Costa, che è stato ingaggiato dal team cinese Campione in carica e farà coppia con Jean Eric Vergne, rimpiazzato in Bmw da Maximilian Gunther. Formazione totalmente rinnovata in Dragon Racing con l’ingaggio di Brendon Hartley e Nico Muller, con la Jaguar che affianca James Calado al confermato Mitch Evans.

Le novità non riguardano solamente i piloti. Anche il calendario sportivo presenta diversi cambiamenti rispetto alla stagione scorsa, come l’uscita di Monaco e Berna e l’ingresso di Seul e Giacarta che, da quest’anno, faranno il loro debutto nel Mondiale. Per il resto nessuno stravolgimento particolare, con il debutto di Ad Diriyah di questo weekend e la conclusione con il double header di Londra del 25 e 26 luglio. Data da segnare in rosso per i tifosi italiani è quella del 4 aprile, giorno dell’e-prix d’Italia a Roma.

Poche le novità sul fronte tecnico e regolamentare: la potenza dell’Attack Mode è stata aumentata di 10 Kwh, mentre per ogni minuto percorso in FYC o Safety Car verrà tolto 1 Kwh dall’inizio del regime. In sudette modalità, inoltre, non sarà più permesso attivare l’Attack Mode. Sul fronte del regolamente, invece, da quest stagione verrà assegnato un punto al pilota più veloce nel proprio gruppo di qualifica.

Come detto quello di Ad Diriyah sarà l’e-prix che aprirà la stagione e, in controtendenza rispetto al solito, sarà sviluppato su due giorni con il venerdì che vedrà due sessioni di prove libere a precedere qualifica e gara, mentre al sabato è prevista una sola sessione di libere con qualifica e gara nel pomeriggio.

Pochi anche i cambiamenti nel circuito che sarà pressochè lo stesso in cui l’anno scorso trionfò dominando Antonio Felix Da Costa che, però, dopo quell’ottimo avvio non riuscì ad essere costante nel proseguo della stagione.

Questa la programmazione completa con la copertura televisiva per l’Italia a cura di Mediaset ed Eurosport.

Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.