La notizia era nell’aria da diversi giorni, ora finalmente è diventata realtà: la Peugeot torna ufficialmente nel WEC a partire dal 2022! Per l’Aco sarà sicuramente una vera e propria boccata d’ossigeno dopo che solamente Toyota e Aston Martin, in qualità di case automobilistiche, avevano aderito al progetto Hypercar. La casa francese ha così deciso di riprendere da dove aveva lasciato: dopo una parentesi fra Dakar e Mondiale Rallycross, Peugeot torna al suo vero amore, interrotto bruscamente alla vigilia della stagione 2012, la 24 Ore di Le Mans.




Tramite un tweet sul suo profilo ufficiale la casa del leone ha fatto sapere il suo interessamento al regolamento HyperCar tanto da confermare l’ingresso nel campionato mondiale endurance fra due anni. Il motivo è la netta diminuzione d’investimenti per poter preparare le vetture che andranno a sostituire le attuali LMP1, diventate troppo costose e complicate da gestire.

Jean-Philippe Imparato, direttore del marchio Peugeot, ha così dichiarato: “Il brand Peugeot ha passione per il motorsport, che a sua volta ha sempre avuto un ruolo chiave nella nostra storia. I cambiamenti che il WEC introdurrà vanno di pari passo con la nostra idea di elettrificare le automobili, infatti tutti i nostri prodotti automotive ad alte performance sono sviluppati direttamente in collaborazione con PSA Motorsport”.

Gli fa eco Jean-Marc Finot, direttre di PSA Motorsport: “Sono davvero felice di portare la passione e la competenza del mio team in questo progetto. I nostri uomini hanno accettato questa nuova sfida consci di poter dare ulteriore dimostrazione delle loro capacità.”

Sicuramente ha giocato un ruolo chiave anche la conferma della propulsione ibrida: quasi tutta la gamma Peugeot è ormai dotata di tale tecnologia e il travaso (di tecnologia e marketing) sarebbe immediato. Molti dettagli non sono ancora chiari ma, quasi sicuramente, verranno svelati nel corso delle prossime settimane. Secondo alcune fonti ci sarà una collaborazione con il costruttore Oreca, già impegnato nella progettazione e realizzazione di prototipi. Inoltre non è ancora chiara se la partecipazione avverrà a inizio 2022 oppure in concomitanza con il primo appuntamento della Super Season 2022-2023. Come si suol dire chi vivrà vedrà; ma la cosa certa è che ora i team ufficiali saranno tre affianchiati dai privati Glickenhaus e ByKolles, sperando che Rebellion resti della partita e che arrivino altri costruttori.

Michele Montesano

Previous articleMotoGP | GP Valencia: fine della corsa, Jorge Lorenzo si ritira
Next articleWRC | Citroën abbandona, Ogier verso la Toyota?
Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1), studio ingegneria meccanica. Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Sono un divoratore di notizie riguardo il motorsport qualunque esso sia: F1, Endurance o GT, cerco di informarmi fino allo spasimo. Nonostante abiti in Basilicata, una regione con poca attrazione per le competizioni motoristiche, cerco di vedere il più possibile gare dal vivo anche al costo di macinare chilometri. Amo soprattutto la tecnica e cerco di capire ogni singolo dettaglio di una vettura ed il suo funzionamento d’insieme, sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita ed Alfista da prima di patentarmi, adoro il modellismo sia statico che dinamico. Oltre alla passione per i motori nutro interesse per l’arte, l’architettura ed i fumetti di cui scrivo su artspecialday.com. Il mio sogno sarebbe fare e vivere di motorsport a 360 gradi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.