Il miglior tempo delle tre giornate trascorse sul circuito di Valencia, in occasione dei test post-stagionali di FIA F3, va a Christian Lundgaard. Il danese, che si ripresenta dopo una buona prima stagione nella categoria, dove ha chiuso in sesta piazza grazie ad una vittoria, 2 podi, altrettante pole position e 3 giri veloci, ferma il cronometro sull’1:20.860, al termine di una tre giorni condotta sempre nelle primissime posizioni.




Alle sue spalle, Lorenzo Colombo, in veste di secondo pilota più veloce dei test. Il nostro portacolori, debutta nella categoria con il team MP Motorsport, scuderia che lo ha visto protagonista proprio quest’anno in Formula Renault Eurocup. Lorenzo, con un 1:21.012, si piazza davanti a Yuki Tsunoda, giapponese che si è diviso fra EuroFormula Open (dove ha terminato quarto con il team Motopark) e FIA F3 (nono al volante del team Jenzer), e che in questi test ha guidato la vettura del team Hitech GP.

La mattinata della prima giornata ha visto cadere la pioggia, ma la pista si è poi asciugata prima del termine del primo turno. Il più veloce del primo giorno è stato appunto Lundgaard, che grazie ai 39 giri percorsi e all’1:21.370, è stato capace di piazzarsi davanti a Seb Fernandez, venezuelano protagonista della serie 2019 con i colori del team Campos, che sulla vettura del team ART GP, invece ha percorso 42 giri e il debuttante russo Alexander Smolyar (proveniente dal F. Renault Eurocup), che ha rivestito i colori del team Sauber ed ha percorso 49 giri.

Stacanovista di giornata è stato Joao Vieira (Sauber Junior Team) con 58 giri nella mattinata, contro i 49 dello stesso Smolyar nel pomeriggio. Tra le novità in pista, oltre ai due piloti sopracitati, di cui il primo è brasiliano e ha chiuso nono in Formula Renault Eurocup quest’anno al volante della vettura del team JD Motorsport, anche Ferdinand Habsburg, austriaco che torna alle ruote scoperte dopo la stagione in DTM con Aston Martin, rappresentante, in questi test, del team ART GP e il connazionale Lukas Dunner, reduce dalla stagione in EuroFormula Open con i colori del team Teo Martin, che a Valencia ha vestito i colori del team MP Motorsport.

Il debuttante Jonathan Hoggard, vice campione 2019 di Formula 3 British con il team Fortec, è sceso in pista con l’auto del team Sauber Junior Team, mentre per lo svedese Linus Lundqvist, protagonista dell’EuroFormula Open con Double R Racing, è toccata la vettura del team HWA RACELAB. Della partita anche l’australiano Calan Williams, protagonista anche lui in EuroFormula Open, che ha diviso la tenda del team Jenzer Motorsport assieme al nostro Federico Malvestiti e Lirim Zendeli.

Un altro nostro portacolori che torna in F3 è Alessio Lorandi al volante del team Trident, assieme a Devlin De Francesco e David Beckmann. Ancora un debuttante in pista, si tratta di Jack Doohan, protagonista dell’Euroformula Open 2019 e soprattutto di un bruttissimo incidente che lo ha visto protagonista 2 settimane fa a Monza, ma che per fortuna non ha fatto danni. Per l’australiano, figlio del grande Mick, esordio al volante del team Hitech GP, in compagnia di Tsunoda e Max Fewtrell.

Due protagonisti su tre al debutto per il team Campos: oltre al nostro Alessio Deledda, anche lo spagnolo David Vidales e Yu Kanamaru, 25enne giapponese di ritorno in Europa  e alle ruote scoperte dopo la stagione che lo ha visto grande protagonista in TCR Japan.  Ritorno dal paese del Sol Levante anche per Enaam Ahmed, che in questi test è sceso in pista con il team Prema, al fianco dell’australiano Oscar Piastri, fresco vincitore del Formula Renault Eurocup con il team R-Ace GP, grazie a 6 successi, 10 podi, 5 pole position e 5 giri veloci.

Dopo la disfatta con Red Bull e il campionato di Super Formula, l’inglese Dan Ticktum si rilancia in F3, e lo fa con il team Carlin, insieme all’esordiente Billy Monger, protagonista in EuroFormula Open proprio con il team britannico e al francese Theo Pourchaire, campione di F4 ADAC con il team US Racing.

Seconda giornata ancora all’insegna di Christian Lundgaard, che durante il mattino ottiene il miglior tempo dei test, davanti a Colombo e Tsunoda. A fare più giri nella mattinata invece è Simo Laaksonen (HWA RACELAB), che percorre ben 66 tornate. Al pomeriggio a fare la voce grossa è invece Piastri, che con 54 giri e un 1:21.679 si piazza davanti a Tsunoda e Lundgaard. Tra gli esordienti di questa giornata ci sono Clement Novalak (con Carlin), francese campione di F3 inglese 2019, Dennis Hauger (con Hitech), che invece ha vinto la F4 Italia e tanti protagonisti del Formula Regional di quest’anno: Igor Fraga (al volante dell’auto del team Carlin), Oliver Caldwell (con i colori del team Trident), David Schumacher a bordo dell’auto del team Sauber ed Enzo Fittipaldi e Fredrik con Prema.

Terza ed ultima giornata dettata dalla pioggia, che però non ha fermato l’americano Logan Sargeant, che con soli 25 giri è stato capace, nella mattinata di ottenere il giro più rapido dell’intera giornata, grazie al crono di 1:33.705. Alle spalle dello statunitense, Lundgaard, con 37 giri e Jake Hughes. Fermi entrambi a 49 giri ciascuno Dennis Hauger e Max Fewtrell (entrambi Hitech GP), che hanno percorso più giri nella mattinata.

Sargeant ha proseguito con il proprio ritmo anche nel pomeriggio, mettendosi dietro Vesti e Bent Viscaal. Caldwell è stato invece colui che ha percorso più tornate nel pomeriggio: ben 44! Al debutto nella giornata conclusiva Sophia Floersch, che è scesa in pista al volante dell’auto del team HWA RACELAB.

Terminati i test, è ora tempo di un po’ di riposo, ma soprattutto allenamento per i piloti, in vista del FIA F3 World Cup a Macao, in programma a Novembre. I prossimi test stagionali sono ancora da definire.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.