SOCHI AUTODROM, RUSSIAN FEDERATION - SEPTEMBER 29: Race winner Luca Ghiotto (ITA, UNI VIRTUOSI) celebrates on the podium during the Sochi at Sochi Autodrom on September 29, 2019 in Sochi Autodrom, Russian Federation. (Photo by Carl Bingham / LAT Images / FIA F2 Championship)

E’ Luca Ghiotto il vincitore della Sprint Race di Formula 2 a Sochi, svoltasi su 15 giri invece dei 21 previsti per via di un incidente al primo giro che ha causato uno stop di quasi un’ora. I piloti coinvolti sono stati Nikita Mazepin e Nobuharu Matsushita, con quest’ultimo rimasto nella vettura dopo l’impatto. Fortunatamente nulla di grave per il giapponese, trasportato poi in ospedale per accertamenti.




Momenti di apprensione quindi durante quest’ultima gara, che per alcuni attimi ha rimandato al tragico pomeriggio di Spa di un mese fa, ma che poi ha fatto tirare un sospiro di sollievo una volta ricevute notizie del pilota del team Carlin.

Il contatto si è innescato subito dopo la prima curva, dove alcuni piloti sono finiti lunghi al primo giro, tra cui Jack Aitken e Nikita Mazepin, con i due che nel rientrare in pista si sono toccati e con il russo che poi è entrato in contatto proprio con Matsushita.

Stravolta quindi la classifica, con Ghiotto che si è portato al comando della corsa, mantenendo la prima posizione dalla ripartenza fino alla bandiera a scacchi. Secondo il neo-campione Nyck De Vries, seguito da Callum Ilott. Quarto Nicholas Latifi, seguito da Guanyu Zhou: una posizione guadagnata per entrambi per via di una penalizzazione di 5 secondi inflitta a Sergio Sette Camara, retrocesso da quarto a sesto. A punti anche Sean Gelael (settimo) e Giuliano Alesi (ottavo). Top ten completata da Jordan King e Artem Markelov.

Cronaca. Partenza regolare, ma alla prima Aitken va lungo e nel rientrare in pista tocca Mazepin, che a sua volta viene spostato e viene colpito da Matsushita, con i due che finiscono a muro. Brutto incidente, con Mazepin che esce subito dalla monoposto, mentre Matsushita rimane in auto. Dopo circa 30 minuti viene comunicato che anche il giapponese sta bene e non ha riportato fratture, trasportato comunque in ospedale per controlli. La gara riparte alle spalle della safety car, che rientra dopo un giro. Ghiotto cerca subito di allungare, mentre De Vries si prende la seconda posizione ai danni di Ilott. Dopo alcuni giri De Vries inizia ad avvicinarsi a Ghiotto, che inizialmente aveva allungato. Gara che prosegue con i due molto vicini e con Ilott a sua volta incollato a De Vries. Situazione invariata fino all’ultimo passaggio e quindi vince Ghiotto davanti a De Vries e Ilott.

Terminato questo appuntamento per la Formula 2 è tempo di una lunga pausa: si ritornerà in pista tra due mesi ad Abu Dhabi, ultima tappa stagionale.

Immagine

Carlo Luciani

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.