E’ di Nyck De Vries la pole position nell’appuntamento monegasco della FIA F2. L’olandese ha fatto segnare un tempo clamoroso di 1:20.676, nettamente superiore al miglior rilievo del primo gruppo. A sorpresa Callum Ilott, più veloce del gruppo A, ha conquistato la prima fila, mentre Mick Schumacher scatterà in quarta posizione.




Nyck De Vries (ART GP) scende di oltre un secondo sotto la pole dello scorso anno e domani avrà la grande chance di conquistare per la seconda volta la gara del Principato, ma sono i rookies la sorpresa di questa sessione, con il britannico Callum Ilott (Charouz) in prima fila dopo aver segnato la miglior prestazione nel primo gruppo. Una qualifica che, come da tradizione, ha visto divisi i piloti con numero dispari da quelli con numero pari con l’intento di ridurre il traffico.

Sarà Luca Ghiotto (UNI-Virtuosi) ad aprire la seconda fila, in una qualifica che lo ha visto progredire gradualmente fino a segnare un tempo poco superiore a quello del poleman, nel gruppo B. Quarta posizione per Mick Schumacher (Prema), che per soli 7 millesimi non è riuscito a strappare la miglior prestazione ad Ilott nel primo gruppo.

Il leader di classifica, Nicholas Latifi (DAMS), con il 5° crono non è riuscito a precedere gli avversari diretti, e domani dovrà scattare dall’ottava casella in griglia per la penalità rimediata alla fine delle libere del mattino. Delude il brasiliano Sette Camara (DAMS), 6°, dal quale ci si attendeva qualcosa in più, vista l’esperienza su questo tracciato.

Settima posizione per la Prema di Sean Gelael che avrà al suo fianco Anthoine Hubert (BWT Arden). Top ten chiusa dal duo Carlin formato da Nobuharu Matsushita e Louis Deletraz. Undicesimo Artem Markelov, al suo rientro nella serie con MP Motorsport. Durante la sessione, nel secondo gruppo, da segnalare il botto contro le barriere, all’uscita della chicane delle piscine, che ha visto protagonista il francese Dorian Boccolacci (MP Motorsport).

Lontano, lontanissimo ancora il pilota indiano Mahaveer Raghunathan che paga ben 5 secondi di distacco dal tempo di riferimento del suo gruppo. L’ex GP3 Series sta creando ilarità sia all’interno del paddock che sui social e domani potrebbe vedersi costretto a non prendere parte alla gara, in quanto oltre il 107% rispetto al più veloce. Va detto che il suo “miglior tempo” rientra all’interno della soglia se rapportato ai crono del suo gruppo di qualifica, vedremo cosa decideranno i commissari.

Gara 1 domani dalle 11:30 per decretare chi si aggiudicherà la feature race dell’appuntamento più glamour dell’intero calendario della FIA F2.

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.