Non c’è stato un replay del dominio Prema nella seconda manche della F4 italiana a Misano, che ha visto il norvegese Dennis Hauger trionfare davanti al compagno di squadra Niklas Krutten. Il leader del campionato Gianluca Petecof si accontenta del 3° posto, mentre Aron esce di scena nel disperato tentativo di ricostruire la sua gara.

 

Nonostante i risultati siano stati ribaltati, ciò che è rimasto invariato sono le condizioni meteo. Le precipitazioni temporalesche hanno continuato a intessere la trama del weekend romagnolo della F4, culminando nella cancellazione di Gara-3 a causa della scarsa visibilità.  

Gara-2 è quindi l’ultimo riferimento della tappa di Misano, che ha sorriso anche al team Van Amersfoort. Complice l’inesperienza del poleman Aron nel posizionamento alla partenza, il drive through assegnato al pilota estone si è rivelato una vera e propria manna dal cielo per il team olandese. Krutten si prende così la testa della corsa davanti al compagno di squadra Hauger e al finlandese Alatalo di Muecke Motorsport, autore di un grande sorpasso ai danni di Rasmussen.

Nel corso della gara la pista ha subito una rapida evoluzione, fattore che ha portato numerosi piloti a montare le gomme slick. L’azzardo non ha pagato per Aron che, nel tentativo di raddrizzare una gara compromessa dal principio, è uscito di pista, causando l’ingresso della Safety Car a 11 minuti dalla bandiera a scacchi.

Alla ripartenza la coppia Van Amersfoort ha aperto subito un gap su Petecof, rendendo la vittoria un affare dei soli Krutten e Hauger. A due tornate dal termine il norvegese ha poi tentato il sorpasso sul compagno di squadra e lo ha toccato, rischiando di porre fine alla gara di entrambi. Tuttavia il sorpasso è andato a buon fine, decretando il primo successo del 16enne, parte del programma junior della Red Bull.

Petecof porta a casa un buon 3° posto da ragioniere, senza correre rischi dopo una partenza non ottimale in condizioni difficili. In quarta posizione termina Oliver Rasmussen, penalizzato di 5 secondi a causa di un errore commesso durante la procedura di partenza, davanti a Ido Cohen. Meyuhas conclude in sesta posizione davanti a Belov e Durksen, confermando l’ottima prestazione di Gara-1.

La classifica vede Petecof in vetta a quota 100 punti, Durksen (miglior rookie) in seconda posizione con 44 punti, eguagliato da Dennis Hauger. Bhaitech fa capolino al 4° posto con Belov, che ha totalizzato 41 punti, con un vantaggio di 4 punti su Krutten. Nei costruttori Van Amersfoort è secondo a Prema: 29 punti separano le due squadre, mentre Muecke Motorsport insegue a 34 lunghezze dal team italiano.

Una lunga pausa attende ora i piloti della F4 italiana, che si preparano a scendere in pista dal 5 al 7 luglio all’Hungaroring.

Beatrice Zamuner

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.