Dopo settimane di speculazioni, è arrivata oggi l’ufficialità della separazione tra Robert Kubica e la Williams a fine stagione, resa nota dal pilota polacco durante la press conference a Singapore. Al suo posto, secondo le ultime voci di mercato, dovrebbe arrivare il giovane canadese Nicholas Latifi.




La notizia era nell’aria già da tempo e nonostante una stagione complicata, sia per Robert che per il team di Grove, non è bastato quel punto raccolto ad Hockenheim per convincere Kubica a restare. Ricordiamo che il pilota polacco è rientrato in Formula 1 dopo una convalescenza durata ben 9 stagioni, considerato il terribile incidente che lo ha visto protagonista durante il Rally di Andorra avvenuto nel Febbraio del 2011.

Interpellato a riguardo durante la conferenza stampa del Giovedì a Singapore, Kubica ha dichiarato: “Vorrei ringraziare la squadra per gli ultimi 2 anni e per avermi aiutato a tornare in F1. Mi sono goduto il tempo passato con il team sia da pilota titolare che come pilota di riserva, ma credo sia il momento giusto per me di aprire un nuovo capitolo nella mia carriera. E’ stata una mia decisione di lasciare il team. So che ci saranno conseguenze, ma è una cosa che riguarda me. Valuterò diverse opportunità. Ho bisogno di qualcosa che mi restituisca la gioia di gareggiare. Ho lavorato tanto per tornare in Formula 1 e ovviamente spero di restarci, ma non cercherò di rimanere a tutti i costi.”

Claire Williams, team Principal della Williams, ci ha tenuto a ringraziare Kubica per il lavoro svolto in queste due stagioni, dichiarando: “Vorrei ringraziare Robert per il suo duro lavoro e rispetto la sua decisione di lasciare il team alla fine del 2019. Robert è stato un membro molto importante del team sia per il suo ruolo di pilota di riserva e di sviluppo che da pilota titolare. Lo ringraziamo per il continuo sforzo fatto in due stagioni complicate e gli auguro un futuro splendido”.

Grande coraggio quindi per Robert Kubica, autore di una decisione difficile considerando che sarà quasi impossibile rivederlo nella massima serie anche nel 2020. Sembrerebbe però che il pilota polacco sia attualmente in trattativa con BMW per avere un sedile nel DTM a partire dalla prossima stagione, per quella che al momento sarebbe la soluzione sicuramente più realistica ed alla portata.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.