Nella prima giornata della seconda settimana di test prestagionali sul circuito del Montmelò, a svettare davanti a tutti, e a sorpresa, è stata la McLaren di Lando Norris. Il pilota inglese dopo una giornata piuttosto travagliata e con due stop all’attivo, è riuscito comunque ad inanellare 70 giri, realizzando il miglior crono della sessione utilizzando il compound C4.


Dietro il 19enne britannico, si è dovuto “accontentare” della seconda posizione Pierre Gasly con la Red Bull. Ma i motivi per sorridere per il pilota francese sono molteplici: l’enorme quantità di giri messi assieme senza nessun tipo di problema, ben 136,  e aver preceduto a parità di gomma la Ferrari di Sebastian Vettel, a sua volta dietro alla Racing Point F1 di Lance Stroll.

ROSSA CON QUALCHE PROBLEMA. Ma la giornata in casa del Cavallino non è stata tutta rose e fiori. Se il tedesco è riuscito, nel corso del pomeriggio, a mettere insieme 81 tornate, non si può dire lo stesso per il compagno di box Charles Leclerc che, a causa di un problema al sistema di raffreddamento della SF90, ha percorso solamente 29 giri ottenendo la settima posizione finale.

GIORNATA COMPLESSA. Chi non può certamente sorridere quest’oggi sono Renault e Mercedes. Per il team di Enstone nessun tipo di problema tecnico, sia al mattino con Nico Hulkenberg, sia nel pomeriggio con Daniel Ricciardo, ma tempi decisamente lontani da quelli ottenuti solamente la settimana scorsa. Nessun allarme particolare per il team francese che, come da prassi del primo giorno, potrebbe essersi concentrato sulla messo a punto della vettura nei long run, non cercando, quindi, la prestazione sul giro secco. Musica diversa, invece, per il team Campione del Mondo in carica che, dopo una prestazione tutto sommato lineare al mattino con Lewis Hamilton (che ha girato con mescola C2), ha perso tutta la sessione del pomeriggio a causa di un problema alla power unit occorso a Valtteri Bottas. Per il finlandese solamente 7giri, ma lo sfizio di aver terminato davanti al blasonato compagno di box.

GLI ALTRI. Detto di Stroll, 3° ma con mescola C5, a metà classifica troviamo nell’ordine Giovinazzi (5°), Albon (6°) e Magnussen (8°), tutti vicinissimi tra di loro e a parità di compound, il C4. Per l’italiano dell’ Alfa Romeo Racing anche la soddisfazione di aver chiuso al comando la sessione mattutina. Chi può sorridere sicuramente è la Williams che, dopo le peripezie della scorsa settimana, ha girato con una certà regolarità e continuità. Per George Russell ben 119 giri ma tempi decisamente lontani da quelli della concorrenza, nonostante l’utilizzo del compound più performante portato in Spagna dalla Pirelli.

IL RITORNO DI ALONSO. Nel paddock era annunciata la presenza di Fernando Alonso che, puntualmente, è stata confermata dall’arrivo dell’asturiano sommerso come sempre dai suoi numerossimi fans. Ufficialmente a Barcellona per il Mobile World Congress, il pilota spagnolo non ha lasciato trapelare nulla riguardo alla sua partecipazione ai test.

TEST DAY 6. Domani si replica con i medesimi orari della giornata odierna e con i consueti avvicendamenti all’interno dei vari team. Questa la line up per la giornata di domani:

Dal Montmelò – Vincenzo Buonpane

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.