Con le FP1 si è aperto il cruciale weekend di Barcellona sul circuito del Montmelò, ma come da tradizione piuttosto consolidata nei primi appuntamenti, la sessione del venerdì mattina non ha dato molti riferimenti, con tutti i team impegnati a testare le nuove componenti portate in circuito e a trovare il giusto bilanciamento della vettura. Davanti a tutti ha chiuso il leader del Mondiale Valtteri Bottas che con il tempo di 1:17.951 ha preceduto le due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Più in difficoltà Lewis Hamilton che, nel corso della sessione, ha lamentato ripetutamente problemi con la temperatura delle gomme posteriori.




E’ stato un venerdì come tanti quello che, al Montmelò, ha aperto il weeekend del Gran Premio di Spagna. Le condizioni della pista scivolosa e i diversi programmi di lavoro, hanno determinato una classifica dove sono poche le certezze, tra queste che anche in terra iberica il discorso vittoria sarà riservato a Ferrari e Mercedes.

In controtendenza rispetto agli scorsi weekend, è stata la Mercedes ad essere davanti a rivali, seppur di pochissimo, con il finlandese che con il compound più morbido portato dalla Pirelli, ha abbassato con estrema facilità il tempo fatto  registrare nelle FP1 della passata stagione rimanendo, però, ben lontano dal tempo fatto registrare da Vettel nel corso dell’ultima giornata di test pre season. Tempi, quindi, ancora da prendere con le pinze con i reali potenziali che si conosceranno solamente nel corso delle qualifiche di domani.

Miglior tempo per Valtteri Bottas che, come a Baku, ha messo subito in chiaro le cose mettendosi a dettare il passo, con le due Ferrari vicinissime alla Freccia d’Argento del finlandese, e rifilando sei decimi abbondanti al compagno di squadra Hamilton.

Scorrendo la classifica, ottimo 5° tempo per Romain Grosjean che ha preceduto l’idolo locale Carlos Sainz. Poi Magnussen (7°), Gasly (8°), Kvyat (9°) e Hulkenberg hanno chiuso la Top 10.

Problemi alla power unit Honda per Max Verstappen, autore di soli 2 giri, mentre è finito a muro nei minuti conclusivi Lance Stroll, con la sessione che si è chiusa in anticipo sotto regime di bandiera rossa.

Alle 15 si ritorna in pista per le FP2.

Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.