Anche nel Gran Premio di Spagna, disputatosi sul tracciato catalano del Montmelò, a trionfare è stata la Mercedes che, come nei primi quattro appuntamenti, ha monopolizzato le prime due posizioni lasciando agli altri la lotta per il terzo gradino del podio.




La grande delusione del weekend, nemmeno a dirlo, è stata la Ferrari che, nonostante i tanti aggiornamenti portati in terra spagnola, non è mai stata in grado di impensierire la vettura Campione del Mondo, venendo addirittura (ma nemmeno tanto) preceduta dalla Red Bull di Max Verstappen.

La cronaca. Allo start è Lewis Hamilton ad approfittare della lotta tra Sebastian Vettel e Valtteri Bottas, con il poleman finlandese che non può fare nulla per non perdere la prima posizione a vantaggio del teammate inglese, mentre pure il tedesco della Ferrari ha il suo bel da fare per tenersi dietro uno scatenato Verstappen, che dopo poche curve si prende la terza posizione.

Hamilton fin dai primi giri incomincia ad imporre il suo ritmo a furia di giri veloci, con Bottas incalzato dalla Red Bull, e con Vettel che, in crisi con le gomme, lascia passare il più veloce Charles Leclerc.  La situazione per la Ferrari non migliora nemmeno dopo la sosta ai box, con gli uomini in rosso che diversificano la strategia dei due piloti per cercare di cambiare una difficile situazione. Dopo la prima girandola di cambi l’unica “emozione” è lo scambio di posizioni tra Vettel e Leclerc con il tedesco che guadagna la quarta piazza.

Mentre la gara sembra poter volgere al termine senza scossoni, è un contatto tra Lando Norris e Lance Stroll a smuovere una situazione altresì cristallizzata, con l’ingresso della Safety Car a ricompattare il gruppo. Alla ripartenza non cambiano le posizioni, con Hamilton che, come ciliegina sulla torta, sigla anche il giro più veloce in gara, mentre nelle retrovie impazza la lotta tra Kvyat, Grosjean, Sainz e Albon, con lo spagnolo a dare spetttacolo superando sia il pilota della Haas, sia quello della Toro Rosso.

Dopo 66 giri è Lewis Hamilton a passare per primo sotto la bandiera a scacchi, ottenedo la terza vittoria stagionale, la numero 76 in carriera, davanti al compagno di squadra Bottas e a Max Verstappen. Solo quarta e quinta posizione per Sebastian Vettel e Charles Leclerc, con gasly (6°), Magnussen (7°), Sainz (8°), Kvyat (9°) e Grosjean a chiudere la Top 10.

Prossimo appuntamento il 26 maggio per il Gran Premio di Monaco sul tracciato cittadino di Montecarlo.

Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.