Il consueto giovedì di prove libere nel Principato di Monaco ha visto ancora una volta un dominio da parte delle Mercedes, con le Ferrari molto attardate. Come prevedibile già dopo il GP di Spagna, le vetture del Cavallino hanno faticato sulle tortuose stradine di Montecarlo, riuscendo ad ottenere come miglior risultato il terzo tempo con Sebastian Vettel, lontano però oltre 7 decimi dal leader Hamilton.




Giornata difficile quindi per la Ferrari, che con Charles Leclerc non è andata oltre il decimo tempo, alle spalle anche delle due Alfa. Problemi legati alle gomme per il pilota di casa (ma anche per Vettel), in particolare nel trovare la giusta finestra di utilizzo delle Pirelli portate a Monaco. Per il ventunenne solo 1:12.350, dovuto anche a problemi di traffico.

Queste le dichiarazioni dei ferraristi al termine della giornata:

Sebastian Vettel : “Ho voluto ricordare Niki con un casco speciale. Per questo tributo ho pensato all’ultimo che ha indossato da ferrarista. Ho creduto che fosse bello metterlo per farlo correre un’ultima volta a Monaco. Parlando della nostra performance devo ammettere che stiamo faticando un po’, ci manca del passo rispetto ai nostri rivali. Mi piacerebbe riuscire a far rendere meglio le gomme, per questo c’è ancora del lavoro da fare. In termini di bilanciamento penso che ci sia margine per migliorare in tutte le aree. Abbiamo bisogno di una vettura un po’ più prevedibile nelle reazioni e sono sicuro che al sabato la situazione possa migliorare. Forse sarà anche un po’ più caldo, e questo potrebbe aiutarci”.

Charles Leclerc: “Abbiamo ancora del lavoro da fare prima di tornare in pista sabato. Nella prima sessione mi pare che tutto sia andato per il meglio e mi sono sentito a mio agio al volante. Nel pomeriggio è stato più difficile mettere le gomme nelle condizioni di rendere al meglio. Ho anche trovato del traffico nei miei giri veloci. I nostri rivali sono molto forti e sappiamo che dobbiamo spingere per cercare di ridurre il distacco in qualifica. Faremo tutto quello che sarà nelle nostre possibilità per recuperare. Non vedo l’ora di risalire in macchina”.

Non esattamente un inizio di weekend incoraggiante quindi per il team di Maranello, che sembra poter puntare ad essere al più la seconda forza in campo in questo GP, Red Bull permettendo. Proprio la squadra austro-inglese alla vigilia era data come l’unica possibile sfidante delle Frecce d’argento, ma i valori visti oggi hanno dimostrato altro, con Verstappen e Gasly che sembrano potersela giocare alla pari delle Rosse.

Come consueto nel Principato domani giornata di riposo per la Formula 1, che tornerà in pista sabato per l’ultima sessione di prove libere e le qualifiche.

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.