In una gara dominata dalle Mercedes e da Lewis Hamilton, il pomeriggio di Silverstone ha regalato un’altra grande conferma sul talento cristallino di Charles Leclerc. Il giovane monegasco è riuscito a strappare il podio al termine di una prestazione maiuscola, caratterizzata dapprima da una strenua difesa su Verstappen ed in seguito da un sorpasso-capolavoro ai danni di Gasly. Il tutto mentre l’altra metà del box Ferrari vive un’ennesima giornata difficile, alle prese con un Sebastian Vettel sempre più ombra di se stesso.




Al di là del dominio perpetrato da Hamilton, trionfatore nella gara di casa e sempre più lanciato verso la conquista del sesto titolo iridato, la gara britannica ha registrato un serrato confronto tra Red Bull e Ferrari, con una serie di sorpassi mozzafiato che hanno tenuto il pubblico con il fiato sospeso in diversi momenti del Gran Premio. Ad uscire vincitore da questa contesa è stato Charles Leclerc, primo alle spalle delle “astronavi” Mercedes e ancora una volta grande protagonista in pista.

Dopo essere scattato dalla terza piazza, il monegasco si è difeso in maniera dura ma corretta dagli attacchi di Verstappen nella prima parte di gara, nonostante la Red Bull dell’olandese fosse evidentemente più veloce alle sue spalle. Il primo pit stop sembrava aver vanificato questi tentativi, con gli uomini Red Bull capaci di mettere Max davanti al ferrarista in uscita dalla corsia box, ma con quest’ultimo pronto ad approfittare di una piccola sbavatura del rivale per riprendersi immediatamente la posizione.

La Safety Car entrata in pista per l’uscita di Giovinazzi ha poi scompigliato le carte in tavola, con il box Ferrari che forse ha aspettato un giro di troppo per richiamare in corsia Leclerc, il quale si è ritrovato suo malgrado in sesta posizione e quindi costretto ad inseguire.

A quel punto è arrivato il vero e proprio capolavoro del monegasco, il quale si è reso autore di uno straordinario attacco all’esterno di Gasly alla frenata di curva 3, con il francese letteralmente “divorato” dalla manovra dell’avversario. Una mossa che poi si è rivelata decisiva per conquistare il podio, visto il successivo “patatrac” innescato da Vettel che ha spalancato al compagno le porte del podio.

Il quale si trova ora distante solo tre punti in classifica dal proprio team-mate, indicato sin da inizio stagione quale numero uno indiscusso della scuderia. Anche se la situazione di classifica renderebbe inutile attuare qualsiasi ordine di scuderia, in Ferrari staranno finalmente riconsiderando le proprie valutazioni? Un Leclerc del genere sta ribaltando qualsiasi gerarchia interna, dimostrando di essere il cavallo vincente sul quale il team di Maranello dovrà indiscutibilmente puntare per il proprio futuro.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.