Il quarto Gran Premio della stagione si correrà sul tracciato cittadino di Baku, teatro di gare “insolite” nelle categorie di contorno (vedi FIA F2). Il tema principale della gara odierna è quello relativo alla Ferrari: riusciranno le Rosse a sovvertire lo strapotere AMG Mercedes visto nelle prime tre gare (tre doppiette come la Williams – Renault FW14B del 1992)? Di sicuro il compito sarà più difficile per Charles Leclerc, costretto a partire indietro per l’incidente di ieri nelle Q2. In ogni caso tra strategie, gomme e setup scarichi il GP si preannuncia interessante: seguitelo con noi attraverso la cronaca web e su Radio LiveGP.




PREMI F5 PER AGGIORNARE

CONSIDERAZIONI FINALI: quarto uno-due consecutivo per l’AMG Mercedes in queste prime quattro gare del 2019. In casa Ferrari c’è molto da riflettere sul risultato odierno: la scuderia di Brackley si allontana in maniera consistente e sicuramente la strategia non ha aiutato la scuderia di Maranello durante il fine settimana, nonostante un certo potenziale della SF90; come se non bastasse Verstappen si inserisce tra Vettel e Leclerc nella classifica finale.

Seconda vittoria in campionato per Bottas e vanno a punti entrambe le McLaren; punti pesanti per Perez (sesto) e Stroll (nono); in un fine settimana tribolato per l’Alfa Romeo Racing, Kimi Raikkonen porta a casa comunque un punto.

Grazie per aver seguito la gara con noi e non perdete gli approfondimenti di livegp.it!

BANDIERA A SCACCHI: Bottas vince davanti ad Hamilton e Vettel! GPV per Leclerc!

GIRO FINALE: GPV per Bottas! 1.5s di vantaggio da gestire per Valtteri e una Williams da doppiare che potrebbe tornare utile… Com’era intuibile il GPV va a Leclerc, che segna anche il record della pista!

GIRO 50: 0.8s tra i due dell’AMG Mercedes, Toto Wolff sembra essere nervoso… Intanto Hamilton va largo in curva 16!

GIRO 49: GPV per Hamilton… che è vicinissimo a Bottas! Gara nella gara per AMG Mercedes?

GIRO 48: rientra Leclerc ai box! Sosta per mettere le coperture più morbide e cercare di portare a casa il GPV.

GIRO 46: Bottas fa il GPV, ma Hamilton si è avvicinato riducendo il gap a 1.5s; intanto dai box avvertono Valtteri che probabilmente Verstappen e Leclerc faranno una sosta supplementare per dare la caccia al GPV.

GIRO 45: situazione invariata nelle posizioni di testa, anche se ci sarà da capire bene cos’è successo con i delta-time di Hamilton durante la VSC.

GIRO 43: intanto Vettel è a 2.3s da Hamilton.

GIRO 42: questa volta i delta-time non aiutano Hamilton, che si trova a tre secondi da Bottas.

GIRO 41: gara sempre neutralizzata sotto VSC… tutto dipende da quanto ci metteranno a spostare la vettura di Gasly. Come non detto: si riparte alla fine del giro!

GIRO 40: Virtual Safety Car! Gasly parcheggia a bordo pista con qualche problema sulla sua Red Bull!

GIRO 39: Leclerc scavalca Gasly, mentre le posizioni di testa sembrano essere congelate. Un preludio ad un altro uno-due AMG Mercedes?

GIRO 37: i primi tre sono Bottas, Hamilton e Vettel; 1.6s tra i due AMG Mercedes.

GIRO 36: anche Kvyat è fuori… peccato, considerando la sesta posizione in griglia.

GIRO 35: Ricciardo si ritira e con Kvyat sono entrambi sotto investigazione; intanto Leclerc si ferma e il pit-stop non è velocissimo, tanto che il monegasco riemerge in sesta posizione.

GIRO 33: anche Hamilton passa Leclerc! Il monegasco deve rientrare ai box prima che la situazione si faccia seria, solo che le gomme soft potrebbero non durare per lo stint finale di gara…

GIRO 32: Bottas passa Leclerc! Ma Ricciardo e Kvyat vanno in collisione tra di loro!

GIRO 30: intanto dalla BBC indicano che… scommettere contro un uno-due AMG Mercedes a questo punto della gara è una cosa da persone molto coraggiose!

GIRO 29: Riccardo Adami a Vettel: “il ritmo è buono, continua così”.

GIRO 28: Bottas si avvicina a Leclerc; dai box il messaggio a Valtteri è perentorio: “incomincia a preparare il sorpasso”.

GIRO 27: Leclerc dispone ora di soli tre secondi di vantaggio su Bottas e bisognerà ragionare bene su come impostare il pit-stop in casa Ferrari, dato che potrebbe uscire dai box in quinta posizione dietro a Verstappen.

GIRO 25: team radio dell’ingegnere di Hamilton: “pensiamo che le migliori opportunità arriveranno sul finire della gara”. Intanto Grosjean fa un errore e si gira, perdendo posizioni: da 10° scivola 17°.

GIRO 24: l’account Twitter della Formula 1 ci informa che il giro ideale è composto dai contributi di Bottas (settore 1), Verstappen (settore 2) e Gasly (settore 3).

GIRO 23: situazione immutata con Leclerc davanti a Bottas e Hamilton; tutti i piloti sono su gomme medie.

GIRO 21: GPV per Verstappen. In questo momento nella top-10 solo Leclerc (1°) e Gasly (6°) non hanno effettuato il cambio gomme.

GIRO 20: Ricciardo passa Raikkonen ed è tredicesimo.

GIRO 19: Kvyat passa Grosjean ed è decimo!

GIRO 18: disastro per le Renault, entrambe fuori top-10 al momento; gli ingegneri ricordano a Bottas che Leclerc dispone di abbastanza vantaggio per coprire l’ingresso di una safety-car.

GIRO 17: intanto Gasly è quinto, davanti a Verstappen; le due McLaren sono ottava e nona, la prima Alfa Romeo Racing (quella di Raikkonen) è tredicesima.

GIRO 16: GPV per Vettel, che però non è ancora a portata di Hamilton; l’inglese, da parte sua, dice via radio che le gomme stanno entrando ora in temperatura.

GIRO 15: drive-through per Kubica.

GIRO 14: si ferma anche Verstappen per il cambio gomme!

GIRO 14: con Hamilton anche lui richiamato per il pit-stop ora è Leclerc a condurre la gara con sette secondi di vantaggio su Verstappen… che deve ancora effettuare il cambio gomme! Che gara per il monegasco!

GIRO 13: … e invece Bottas si ferma per il cambio gomme!

GIRO 13: sembra che tutti vogliano disfarsi delle gomme soft per passare al composto medio… Leclerc è partito con le medie, ma già Vettel, così come le due Alfa Romeo Racing e Hulkenberg hanno fatto il pit-stop. Alla radio Bottas, invece, dice di trovarsi bene così com’è con le gomme.

GIRO 12: Leclerc sale in quarta posizione e si porta dietro il suo compagno di squadra! Vettel si ferma ai box e monta le medie!

GIRO 10: con le posizioni ben definite davanti, diamo uno sguardo alle retrovie… Ricciardo è decimo, Gasly è dodicesimo; le due Alfa Romeo Racing sono nelle ultime posizioni, mentre le McLaren sono entrambe nei punti (settima e ottava).

GIRO 8: Bottas comanda con 3.6s di vantaggio su Hamilton; Vettel staccato di 6.3s dall’inglese.

GIRO 7: Verstappen sale in quarta posizione e Leclerc agguanta la quinta!

GIRO 6: Vettel non riesce a tenere il passo dei primi… sul web si comincia a speculare sul fatto che in Ferrari non possano mantenere una mappatura spinta del motore su tutto l’arco di gara.

GIRO 5: Leclerc ora è in settima posizione, dietro la McLaren di Norris.

GIRO 4: Bottas dispone di più di due secondi di vantaggio sugli inseguitori; partenza dei primi due praticamente da manuale.

GIRO 3: Albon tocca il muro, mentre Leclerc guadagna una posizione su Ricciardo. Davanti non sembra succedere granché, se non che Verstappen avrà il suo bel faticare per passare Perez, più veloce sui rettilinei e più “carico”.

GIRO 2: non una gran partenza per Verstappen, ora alle prese con Lando Norris.

GIRO 1: partenza col coltello tra i denti tra i due AMG Mercedes, ma Bottas mantiene la prima posizione, nonostante la partenza migliore di Hamilton. Perez scavalca Verstappen, Leclerc scivola in decima posizione.

GIRO DI RICOGNIZIONE: Tre vetture partiranno dalla pit-lane (Gasly, Kubica e Raikkonen). Entrambe le Alfa Romeo Racing hanno avuto problemi tecnici che hanno portato a sostituzioni di parti.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.