È stata una gara entusiasmante quella che si è svolta nel campionato GT3 organizzato da Esportseries.net. L’assoluto protagonista è stato l’inferno verde, meglio conosciuto come Nordschleife: 20 km di curve, avvallamenti ed emozioni a non finire dove i piloti hanno dovuto dare il 110% per tirare fuori il miglior tempo possibile.

Qualifiche

Della durata di 45 minuti ed in modalità “Hardcore” (vietata per qualsiasi motivo la pressione del tasto ESC), le qualifiche hanno regalato emozioni sino all’ultima curva. A spuntarla è stato Danilo Santoro del “Team Samsung Morning Stars” a bordo della sua Audi R8 LMS che, nonostante la zavorra di 30 kg acquisita per il piazzamento a Monza, si prende il miglior tempo distaccando di soli 3 decimi Gabriele Semeraro, pilota del team “GTWR CarMan” a bordo della Mclaren 650GT3.

Ottima anche la terza posizione di Massimo Masetti del team “Fast and Aged” che mette il muso della sua Lamborghini Huracan GT3 subito alle spalle del duo di testa, distaccato di soli 8 decimi.

Sfortunato il noto youtuber Amos Laurito che fa segnare un tempo di assoluto rilievo prendendosi la quarta piazza ma, a causa della pressione del tasto ESC, è stato costretto a partire dalle retrovie . Ringrazia così Kevin Sigghy del “Drive In Autosport”, attuale iridato del campionato che guadagna una posizione.

Gara

Sono undici i giri previsti per la gara (circa 1h e 30m) ma i piloti hanno deciso di fare sul serio sin da subito senza fare calcoli strategici, con Masetti che tenta subito l’affondo a Semeraro, portandolo all’errore e facendogli perdere diverse posizioni.

Dalle retrovie Alessio Minelli parte a razzo grazie alla sua mescola soft e riesce subito a guadagnare 6 posizioni nelle prime 6 curve, mettendosi subito a caccia delle posizioni che contano mentre i contatti a centro gruppo non mancano.

Non sono da meno le lotte nelle retrovie, con Stefano Presenti e Fabio Tartaglia che si danno qualche sportellata di troppo portando il primo al ritiro a causa dei troppi danni e con Tartaglia che continua la propria rimonta sorpassando Luigi di Lorenzo ed Alex Tarantino in fondo al rettifilo denominato Döttinger Höhe.

Una piccola incomprensione con Tarantino porta i due ad un impatto violentissimo contro le barriere, coinvolgendo anche l’incolpevole Giorgio Cronacchia, pilota del team “GTWR CARMAN”, che deve dare così forfait.

I giri successivi filano via abbastanza lisci sino al momento delle soste. Chi ne giovato di più è stato Semeraro grazie ad un overcut che gli ha permesso di guadagnare diverse posizioni, ma soprattutto di continuare la sua rimonta con la mescola soft (a discapito degli altri con le medie) arrivando a ridosso delle primissime posizioni.

La gara non è ancora finita e la lotta per la primissima posizione è tutt’altro che chiusa. Masetti ha dovuto dire addio ai sogni di gloria, i due marziani Santoro e Sigghy sono troppo veloci per lui. Proprio quest’ultimo è rimasto incollato per tutta la gara negli scarichi dell’Audi di Danilo, studiandone i punti forti ed i punti deboli. Ad un giro e mezzo dalla fine Kevin tenta l’affondo sul rettilineo del Döttinger Höhe sfruttando tutta la scia concessa e portando così a termine il sorpasso che gli vale la vittoria.

Chiudono il podio Danilo Santoro e Gabriele Semeraro, autore di una rimonta notevole.

Prossimo appuntamento Lunedì 4 febbraio: si corre con le Formula Abarth sul circuito di Misano Adriatico.

Matteo Sorgiacomo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.