L’indecisione nel disputare una gara asciutta o bagnata ha ritardato di qualche minuto la partenza della prima edizione del GP di Pau targato EuroFormula Open. Dominio indiscusso (ancora una volta) da parte della scuderia tedesca Motopark, che occupa tutto il podio grazie alla vittoria di Liam Lawson, pupillo Red Bull, davanti a Julian Hanses e Marino Sato. Corsa caratterizzata da molti rientri ai box per il cambio gomme e da alcuni ritiri, tra i quali quelli di Jack Doohan e Nicolai Kjaergaard, entrambi andati a sbattere.




Nonostante l’assenza della scuderia campione in carica RP Motorsport, il team Motopark lascia le briciole agli avversari anche nella prima parte di questo secondo (e prestigioso) appuntamento dell’EuroFormula Open, unico campionato a ruote scoperte rimasto indipendente. Ottima gara per il nostro Aldo Festante, il quale, con l’aggiunta di un pizzico di fortuna, termina in ottava piazza davanti a Billy Monger e al compagno di squadra Guilherme Samaia (decimo). Da sottolineare la bravura anche del team inglese Fortec, che dopo la fatica del Paul Ricard, questa volta riesce a portare in Top10 entrambi i suoi piloti, Cameron Das e Calan Williams, che transitano sul traguardo rispettivamente sesto e settimo.

Cronaca. Lawson scatta davanti a tutti, nel primo dei 27 giri giri previsti, ma alle sue spalle c’è subito bagarre con i due compagni di scuderia che già si affiancano per avere la meglio l’uno sull’altro: vediamo Hanses che supera Sato, guadagnando la seconda piazza ai danni del giapponese.

Dopo alcune tornate Billy Monger che rientra ai box per cambiare le gomme, regalando di fatto la nona piazza al nostro Festante. Davanti, intanto, Lawson continua macinare giri in testa, staccandosi sempre più dagli avversari: un margine di oltre 3 secondi lo separa da Hanses.

Verso metà corsa Chris Hahn salta sul cordolo della curva numero 7 andando a sbattere nella curva otto, mentre Yuki Tsunoda parcheggia la macchina in pit lane ritirandosi. Nelle ultime fasi di gara Nicolai Kjaergaard scivola andando in testacoda e rompe l’ala posteriore contro le barriere, come in seguito capiterà anche a Jack Doohan, il quale finisce contro le barriere.

La festa è al traguardo, ma è una festa riservata al team Motopark, che sale sul podio con tre piloti, grazie al dominio indisturbato del neozelandese davanti al tedesco Hanses e al nipponico Sato. Ottavo al traguardo il nostro alfiere Festante.

Domani gara-2 scatterà dalle ore 15.20, sempre sulle stradine di Pau.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.