Spa-Francorchamps, tracciato che questo weekend ospiterà il quarto appuntamento di EuroFormula Open, si prepara a riaccogliere il team campione in carica della serie RP Motorsport, assente a Pau ed Hockenheim dopo le lamentele sollevate da vari team sulle diverse prestazioni dei propulsori, giudicate non equilibrate.




L’assenza forzata ed il misero risultato a Le Castellet avevano fatto vacillare la lotta ad armi pari in pista fra i vari team che avevano scelto tra 3 propulsori differenti, non permettendo a tutti i concorrenti di lottare per la vittoria: situazione che ha fatto arrabbiare soprattutto un team, RP Motorsport, che arriva da 2 conquiste del titolo consecutive e si ritrova alla prima gara dell’anno a faticare ed in fondo alla classifica. Ora però la scuderia piacentina è pronta a tornare in pista con propulsori più efficienti.

Ritorna appunto per tornare là davanti e per difendere il titolo, ma soprattutto combattere allo stesso livello di quel team Motopark che fino ad ora è sembrato essere di un altro pianeta, capace di vincere 5 gare su 6 (2 gare per ogni weekend svoltosi a Le Castellet, Pau ed Hockenheim; gara-2 a Pau è stata vinta da Billy Monger con il team Carlin).

In questo round, però, non solo il rientro RP Motorsport (passato da Piedrafita a Spiess) ed i suoi piloti (il russo Artem Petrov, il messicano Javier Gonzalez ed il francese Pierre-Luis Chovet) ma anche delle new entry: il 16enne argentino Franco Colapinto, pupillo di Fernando Alonso che corre in F4 spagnola, che andrà a rafforzare i colori di Drivex School, al fianco di Rui Andrade e Pedro Florescu, montando propulsore Piedrafita, e il team britannico CF Racing, con i suoi piloti Stefano Leany e Stuart Wiltshire, per un totale di 21 vetture in pista.

Tutti contro il team Motopark, ora più che mai, quindi, con la “rinascita” di RP Motorsport, ma anche la sete di vittoria e di fare bene del team Teo Martin, con Lukas Dunner che si trova in quarta piazza nella classifica generale e Guilherme Samaia e Aldo Festante che vogliono tornare nella parte alta della classifica; il Carlin Racing, che ha voglia di ripetere l’impresa di Billy Monger a Pau e fare bene con Chris Hahn, Teppei Natori e Nicolai Kjaergaard, ma anche il team Double R Racing, fresco del primo podio ottenuto da Jack Doohan e le soddisfazioni ottenute da Linus Lundqvist. Non ultimi il team Fortec, che vuole ripetere i bei risultati ottenuti a Pau da Cameron Das e Calan Williams ed il team greco con il volante nelle mani di Dimitrios Tsimpris, in cerca di riscatto.

Tutto è pronto: sabato mattina le qualifiche della prima manche dalle ore 10.45, poi la gara dalle 15.50 e domenica, dalle ore 10 le qualifiche 2, a seguire gara-2 dalle 14.05.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.