Dopo la pole position mancata questa mattina, Marino Sato si toglie un sassolino dalla scarpa e, beffando il poleman austriaco Lukas Dunner, trionfa al termine di gara-1 di EuroFormula Open all’Hungaroring.



Un’altra vittoria, la quarta stagionale e terza di fila, che permette al nipponico di Motopark di allungare in classifica e portare ancora una volta sul gradino più alto del podio la bandiera del team tedesco. Alle sue spalle, sul podio, Dunner e Liam Lawson (primo fra i rookie). Ha invece chiuso ai piedi della Top 10 il nostro Aldo Festante.

Una gara povera di sorpassi e colpi di scena, salvo il primo giro, che ha visto l’attacco di Sato su Dunner ed il contatto fra Julian Hanses e Nicolai Kjaegaard, oltre che qualche giro veloce da parte di Nobuharu Matsushita e Yuki Tsunoda.

Cronaca. Il primo dei 17 giri previsti, vede scattare dalla pole position Lukas Dunner, che però viene quasi subito attaccato da Marino Sato. Fasi concitate quelle del primo giro con Dunner che si accoda al rivale giapponese, mentre Yuki Tsunoda cede il passo a Liam Lawson.

Poco dopo Linus Lundqvist supera Chris Hahn, mentre Hanses aggancia in curva 12 il povero Nicolai Kjaergaard, che tenta di difendere la propria posizione: i due finiscono fuori pista ed il loro contatto va subito sotto la lente di ingrandimento dei commissari di gara. Jack Doohan va in testacoda. Sato fa segnare il giro record, ma Lukas Dunner, rimane li dietro, fino a che tenta invano l’attacco sul leader della gara. Matsushita intanto rientra in pit lane.

Dopo metà gara vediamo Yuki Tsunoda far segnare il giro veloce, ma Matsushita, appena rientrato in pista, inanella due giri veloci. Le posizioni al vertice rimangono invariate, con Sato che coglie un’altra vittoria davanti a Dunner e Lawson; quindi Tsunoda, Lundqvist, Teppei Natori, Chris Hahn, Calan Williams, Javier Gonzalez, Cameron Das ed il nostro Festante undicesimo.

Tra le novità in pista, il ritorno nella serie, dopo le Winter Series, da parte di Nobuharu Matsushita, con i colori del team Carlin ed il cambio di casacca per lo statunitense Cameron Das, che dal team Fortec è passato al team Motopark. Appuntamento a domani con gara-2 alle ore 13.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.