Photo Bonora Agency

Dopo non aver partecipato alle qualifiche per problemi alla sua BMW, Marco Wittmann ha trionfato in gara-1 del DTM a Misano partendo dai box. Strategia diversa dal gruppo e fortuna hanno permesso al due volte campione della serie di trionfare con oltre 8 secondi di vantaggio su René Rast, secondo dopo aver ottenuto la pole.




QUALIFICHE

Dominio Audi nelle qualifiche di questa mattina, con René Rast che si è andato a prendere la pole position con un tempo di 1:25.294, precedendo i compagni di marca Jonathan Aberdein, Loic Duval e Robin Frijns. Solo quinta la prima delle BMW, guidata da Sheldon van der Linde. Attardate le Aston Martin, tutte nelle ultime posizioni con l’Audi di Andrea Dovizioso nel mezzo con il quindicesimo tempo. Nessun tempo invece per Marco Wittmann, rimasto fermo per un problema al motore.

Photo Bonora Agency

GARA

Corsa straordinaria da parte di Wittmann, che si è fermato già al termine del primo giro, approfittando poi di una safety car (chiamata in causa dallo stop di Joel Eriksson al terzo passaggio) per andare al comando in seguito al cambio gomme di tutti gli avversari. Fortuna quindi per il tedesco della BMW, che è stato bravo però nel gestire le sue coperture per tutta la gara, arrivando sul traguardo di Misano Adriatico in solitaria.

Photo Bonora Agency

Beffato quindi il poleman René Rast, che dopo il suo pit stop ha tentato di recuperare nei confronti del leader, girando anche 3 secondi al giro più veloce, ma con un gap ancora troppo grande da chiudere alla fine. Vetta della classifica momentanea per l’alfiere Audi, in attesa di gara-2.

Sul podio anche Loic Duval, davanti a Bruno Spengler. Quinta piazza per Nico Müller, seguito da un grande Mike Rockenfeller. Settima piazza per Philipp Eng, davanti a Jonathan Aberdein, scattato dalla prima fila ma in difficoltà in gara. In top ten anche Sheldon van der Linde e Timo Glock, rispettivamente nono e decimo.

Peccato per Ferdinand von Habsburg, che grazie ad una strategia differenziata ha tentato di scalare posizioni con una Aston Martin ancora troppo poco performante, finendo la corsa addirittura quattordicesimo dopo essere stato al secondo posto fino a 15 minuti dalla fine.

Dodicesimo invece Andrea Dovizioso, ovviamente in fase di adattamento alla guida della RS5 DTM. Vedremo se domani il Dovi riuscirà a cogliere la zona punti.

Appuntamento quindi a domani con gara-2.

Carlo Luciani

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.