L'ottava frazione della Dakar, che oggi ha visto i concorrenti in gara affrontare i 575 km che da San Juan de Marcona hanno condotto a Pisco, ha fatto registrare un importante colpo di scena nella gara riservata alle moto. Ricky Brabec, sin qui autore di una prova attenta e priva di sbavature in sella alla sua Honda, ha infatti dovuto abbandonare i propri sogni di gloria in seguito al cedimento del motori, lasciando così la leadership della graduatoria assoluta nelle mani del redivivo Toby Price. Tra le auto Nasser Al-Attiyah continua la propria marcia di avvicinamento verso il traguardo, in una giornata che ha celebrato il quarto successo parziale di un Sebastien Loeb mai domo e capace di rientrare in zona podio.

 

AUTO. Il ‘cannibale’ sembra realmente deciso a mantenere fede al proprio soprannome, non lasciandosi sfuggire nessuna occasione per poter apporre il proprio sigillo. Sono saliti infatti a quattro i successi di tappa per Sebastien Loeb in questa edizione della Dakar, il che (considerando le otto tappe sin qui disputate) rappresenta senza ombra di dubbio un bel bottino. Se non fosse stato per i guai in cui è incappato nella prima parte della maratona, il francese avrebbe di certo potuto rappresentare un rivale quantomeno più ostico per Nasser Al-Attiyah, il quale è alle prese con un vero e proprio conto alla rovescia in vista dell’arrivo a Lima. Anche oggi il qatariota della Toyota ha badato a non prendere eccessivi rischi, concludendo la giornata a 7’27” dalla Peugeot del vincitore di giornata. Nonostante ciò, ha potuto incrementare ulteriormente il proprio margine nella classifica generale, approfittando anche della prestazione negativa di Stephane Peterhansel e ritrovandosi ora con un vantaggio di 46’29” nei confronti di Nani Roma, il quale conserva soltanto 16″ su Loeb. Il tutto mentre Petrhansel potrebbe aver patito le conseguenze del colpo di frusta accusato nella gara di ieri, abbandonando di fatto ogni velleità di successo anche per questa edizione della gara in cui è riuscito ad imporsi 13 volte tra auto e moto. Buona la prova di Jakub Przygonski, terzo con soli 40″ di vantaggio Giniel De Villiers, e ora capace di mettere nel mirino la quinta posizione nell’assoluta attualmente nelle mani di Cyril Despres. Cambio al vertice tra i camion, con il russo Nikolaev (sin qui capace di dominare la corsa) che ha perso quasi un’ora nei confronti del connazionale Sotnikov, ora nuovo leader nella generale con 26’49” di margine nei confronti dello stesso compagno di squadra.

MOTO. Matthias Walkner si è aggiudicato l’ottava tappa della Dakar delle due ruote, nel percorso che è scattato da San Juan de Marcona per terminare a Prisco. L’austriaco, in sella alla KTM, ha chiuso davanti al cileno Pablo Quintanilla ed al compagno di scuderia Toby Price, il quale a fine tappa ha confermato di sentire ancora dolore al proprio polso, in seguito all’infortunio patito a poche settimane dal via. Tanta sfortuna invece per quello che fino alla giornata di ieri è stato il leader della classifica, ovvero Ricky Brabec, il quale è si fermato a causa della rottura del motore. In cima alla classifica generale ora si trova Toby Price, con un margine di 1 minuto e 3 secondi su Quintanilla e 6 minuti e 35 secondi su Matthias Walkner. Altra vittoria per Nicola Cavigliasso nei quad su Andujar e Gonzalez.

Marco Privitera – Giulia Scalerandi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.