CIV SBK Savadori pre Mondiale 1
Un Lorenzo Savadori affaticato dopo la Gara1 del CIV SBK a Vallelunga, poco prima di raccontarci dei suoi progetti per il Mondiale Superbike

Nel post Gara1 del CIV Superbike in quel di Vallelunga, Lorenzo Savadori ci ha raccontato le sue sensazioni a caldo, la competizione serrata con Michele Pirro ed i suoi progetti per il Mondiale Superbike, dove riceverà da Kawasaki lo stesso trattamento di Toprak Razgatlioglu. Salterà i primi test per partecipare alla MotoE, ma questo non gli impedisce di puntare in alto

Stai guardando i tempi, cosa leggi?

“Che ho preso 3 secondi e sei da Pirro, ma l’ultimo giro avevo mollato perchè non avevo più modo di chiudere il gap. Avrei chiuso con due secondi e poco più, ma abbiamo sempre problemi dove non c’è grip. Quando ho visto il tracciato, dove non correvo da anni, ho pensato che il motore non contasse molto ma non avevo considerato le ripartenze. In più, la settimana scorsa hanno girato le macchine anche con Tony Cairoli, ed il grip è nettamente peggiorato.”

Con quale gomma hai girato?

“Ho usato la SCX, la stessa che ho usato al Mugello anche con temperature più fredde. Un pelo si è strappata, ma non così tanto ed io mi ci trovo benissimo. Le distanze non sono tanto diverse da quelle SBK, quindi evidentemente si può usare anche sulla distanza di gara intera.”

Savadori, dal V4 del CIV adesso passi al 4 in linea del Mondiale, cosa ne pensi?

“Sono contento e soprattutto eccitato, è tutto da scoprire. Per me è un cambiamento molto importante, ho negli ultimi anni ho sempre corso con un V4 e ci sarà da apprendere molto. Purtroppo dovrò saltare i primi test di Valencia perchè sarò ad Aragon con la MotoE, mentre parteciperò a quelli di Jerez a fine novembre.”

Oltre a Jonathan nessuno va così forte con la Kawasaki, sei preoccupato?

“Sinceramente sarei più preoccupato nel salire su una moto che non ha mai vinto, ma sul fatto che gli altri abbiano fatto fatica hai ragione. Evidentemente c’è uno stile di guida che paga di più, ma per fare un esempio Toprak (Razgatlioglu, NDR) e Rea corrono in modo molto diverso, con il turco che si attacca ai freni molto tardi, e questo stile mi piace molto. Lui ha dimostrato che la Ninja si può guidare anche così, conto di fare altrettanto e di togliermi qualche soddisfazione.”

Quanto ti ci vorrà per adattarti?

“Molto dipende da come ci prepariamo per i test, considera che stiamo facendo una squadra completamente nuova con persone molto competenti. Onestamente spero che ci voglia poco tempo ma prima dei test non ti so dire, devo anche riprendere in mano la categoria che è molto diversa dal CIV SBK. Avrò una Kawasaki 2020 con lo stesso trattamento di Razgatlioglu, dovrò in primis imparare a gestire nuovamente le gomme. Poi i risultati arriveranno.”

CIV | VALLELUNGA, GARA-1: PIRRO DOMINA LA SUPERBIKE, GABELLINI CAMPIONE NELLA SUPERSPORT

Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.