Dopo tre giorni di sole, la pioggia è arrivata sul circuito del Mugello, regalando gare ricche di colpi di scena. Nella SBK a vincere è stato ancora una volta Michele Pirro, che cala così un poker di vittorie; sul podio con lui il giovanissimo Axel Bassani e Riccardo Russo, con distacchi abissali. In Supersport vittoria per Stefano Cruciani che ha preceduto Massimo Roccoli e Luca Bernardi.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

SBK. Solito copione per la classe regina del Campionato Italiano Velocità con Michele Pirro che già alla prima curva prende il largo. Pirro in tredici giri rifila ben ventidue secondi ad Axel Bassani, secondo al traguardo dopo esser scattato dalla diciottesima casella. Lotta fino alla bandiera a scacchi per la terza posizione con Riccardo Russo che beffa in volata Agostino Santoro: i due hanno tagliato il traguardo a quasi quaranta secondi dal vincitore, nonostante Santoro abbia fatto registrare il giro più veloce della gara. Out dopo quattro passaggi Samuele Cavalieri, fino a gara quattro sempre terminato al secondo posto. Nello stesso passaggio si perde anche Lorenzo Savadori: il pilota Aprilia, dopo una sosta ai box, rientra e termina la gara in ultima posizione con un giro di distacco da Michele Pirro.

Quinta posizione anche in questa gara per Lorenzo Zanetti, che, con la vecchia Panigale V2, incassa poco meno di un minuto da Michele Pirro. Sesta posizione per Matteo Baiocco, davanti al compagno di squadra Luca Vitali, autore di una bella bagarre con Christian Gamarino. Nona posizione per Federico D’Annunzio, ultimo pilota a non venire doppiato da Pirro; chiude la top10 Kevin Calia.

SSP. La gara della Supersport è stata sospesa dopo tre passaggi con una bandiera rossa causata dalla caduta di Hobelsberger. Molti piloti vengono esclusi dalla ripartenza in quanto all’esposizione della bandiera rossa non avevano ancora coperto il 75% della distanza del primo. Al restart si forma un gruppetto con Stefano Cruciani a comandare davanti a Manfredi, Roccoli, Filippo Fuligni e Nicola Morrentino. Al settimo passaggio la caduta di Stefano Cruciani, mentre si trovava in testa, obbliga la direzione gara ad esporre nuovamente la bandiera rossa. Valendo la classifica al giro precedente Cruciani risulta vincitore, ma non essendo riuscito a portare la moto al parco chiuso entro cinque minuti dall’esposizione della bandiera rossa, viene prima escluso dalla classifica tanto che sul gradino più alto del podio salirà Massimo Roccoli. Vittoria che gli verrà poi riassegnata dalla direzione gara.

A portare a casa venticinque punti è quindi Stefano Cruciani. Seconda posizione per Massimo Roccoli, terza posizione per Luca Bernardi che ieri era caduto mentre si trovava al comando. Quarta posizione per Kevin Manfredi che ha preceduto Filippo Fuligni e Nicola Morrentino. Ottava posizione per Roberto Mercandelli, davanti a Federico Fuligni, Davide Stirpe e Marco Muzio.

In Moto3 Nicholas Spinelli rompe il dominio di Kevin Zannoni e vince la sua prima gara della stagione. Non cambia invece la storia in PreMoto3, con Luca Lunetta che, come Pirro, cala il poker. Filippo Rovelli torna alla vittoria dopo la doppietta di Misano nella Supersport 300.

Foto Bonora Agency

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.