Si è chiuso il primo weekend di gara del Campionato Italiano Velocità al Misano World Circuit. Un fine settimana con un meteo primaverile che ha permesso ai piloti di sfidarsi in pista ed agli appassionati presenti di godersi belle gare. La vittoria nella classe SBK è andata ancora una volta a Michele Pirro, mentre a trionfare nella SSP è stato Gabellini.




Le altre gare della giornata hanno visto vincitore Tom Edwards, talento australiano che lo scorso anno ha corso nel mondiale WorldSSP300. Doppiette in Moto3 e PreMoto3 per Kevin Zannoni e Luca Lunetta; le gare del National Trophy sono state vinte da Michele Magnoni (600) ed Eddi La Marra (1000).

SBK. Michele Pirro continua il suo dominio nel CIV: esattamente come ieri, si mette al comando della gara alla prima curva, per non lasciarla più. Alle sue spalle, staccato di un paio di secondi, Samuele Cavalieri sembra essere l’unico in grado di impensierire il collaudatore Ducati. Terza posizione per Lorenzo Salvadori che, al ritorno nel CIV con la Aprilia del Nuova M2 Racing, è tornato subito sul podio. Quarta posizione, sorpassato solo nelle fasi finali della gara, Riccardo Russo con la terza Ducati Panigale V4R. Matteo Baiocco chiude anche la seconda gara al quinto posto precedendo Roberto Tamburini. Lorenzo Zanetti con la Panigale V2 ha avuto la meglio, dopo una battaglia durata tutta la gara, su Andrea Mantovani ed Axel Bassani. Christian Gamarino chiude la top10.

SSP. Gara interrotta dopo solo tre tornate a causa di un incidente in uscita dal Carro con la moto che cadendo ha perso olio e costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa.

Lorenzo Gabellini, dopo aver studiato a lungo gli avversari nel gruppo di testa, si mette davanti a tutti, grazie a due giri sotto il muro del 40 ed alla caduta di Stefano Valtulini a due giri dalla fine (mentre si trovava in terza posizione), prendendo un margine tale da non correre rischi negli ultimi passaggi. Seconda posizione per Michael Carducci, che ha avuto la meglio su Massimo Roccoli, ancora terzo, al termine di una gara combattutissima con Kevin Manfredi, quarto a pochi decimi dal podio. Quinta posizione per Roberto Mercandelli, nel limbo tra il gruppo di testa e quello che va dalla sesta alla dodicesima posizione, con i sette piloti racchiusi in meno di due secondi. Nell’ordine: Luca Ottaviani, Yuki Okamoto, Marco Bussolotti, Davide Stirpe, Marco Muzio, Nicola Morrentino e Roberto Rolfo.

La storia del weekend. Quella di Eddi è forse la vittoria più bella del weekend. Proprio qui a Misano, il 23 agosto del 2013, mentre stava svolgendo dei test con la Panigale WorldSBK, La Marra finì su un cordolo ancora umido per la pioggia caduta nella notte e fu vittima di un violento highside alla curva 6. Quell’anno vinse in contumacia il titolo italiano SBK, ma, rientrato nel finale del 2016, non era più riuscito a tornare alla vittoria. Oggi, passato al team Nuova M2 Racing, ha studiato gli avversari per gran parte della gara, passando al comando con un sorpasso incredibile al curvone.

Mathias Cantarini

Foto di Bonora Agency

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.