Il team italiano ha fatto sua la prima gara della stagione del Blancpain Gt Endurance Series, svolta sul tracciato di Monza. Il consueto round di apertura della serie di Sro ha riservato molte sorprese e colpi di scena per via della pioggia abbattutasi per tutto il corso della giornata sulla pista brianzola, che ha premiato un po’ a sorpresa proprio la Porsche #94 di Bachler-Rizzoli-Ashkanani.




L’exploit da parte del team emiliano non era infatti elencato tra i principali pronostici della vigilia, ma i tre piloti Porsche sono stati bravi a rimontare dalle retrovie e a sfruttare tutte le circostanze favorevoli, comprese tre safety car e problemi altrui. Ultimo di essi, ed anche decisivo, è stato il dechappamento della gomma posteriore destra da parte dell’Audi #25 del team Sainteloc, in testa con margine rassicurante sino a dieci minuti dal termine. Le ultime tornate sono quindi state tutte col fiato sospeso al box Dinamic, che alla fine ha potuto celebrare un successo tanto spettacolare quanto inaspettato. I colori italiani hanno avuto gloria anche grazie all’equipaggio del team FFF, secondo al traguardo con i nostri portacolori Marco Mapelli, Andrea Caldarelli ed il danese Dennis Lind. I tre hanno condotto anch’essi una gara in rimonta, stabilizzandosi costantemente nelle posizioni di testa e riuscendo ad agguantare un risultato di spessore alla prima gara stagionale.

La Mercedes #90 del team Akka, vincitrice nella classe Silver

Non è stata una corsa semplice per la Mercedes #4 del team Black Falcon campionessa in carica, ma alla fine, dopo un inizio delle retrovie la Amg di Buurman-Engel-Stolz è venuta fuori alla grande nell’ultimo stint. I tre piloti della stella a tre punte sono riusciti a piazzare la loro vettura sul terzo gradino del podio, davanti alla macchina gemella del team Akka vincitrice in classe Silver. Stiamo parlando della Amg #90 di Bastian-Boguslavskiy-Fraga, addirittura in lizza per la leadership nella prima ora ed alla fine quarti di prestigio e primi di classe.

Se questa prima gara stagionale del Blancpain Gt ha riservato diverse gioie ai nostri colori, l’altra faccia della medaglia non ha risparmiato diverse delusioni per due dei piloti di punta italiani, Mirko Bortolotti e Raffaele Marciello. Il primo, dopo aver conquistato una fantastica pole, ha condotto la gara durante il suo stint di guida, ma i suoi coequipier non sono stati in grado di reggere il passo. La gara della Lamborghini #63 è poi terminata anzitempo ai box a trenta minuti dal termine. Il campione in carica della serie, invece, era in lizza per la top five assoluta insieme a Meadows ed Abril, ma un problema ad una sospensione lo ha costretto anch’esso al forfait. Weekend complicato anche per le Audi, con la migliore R8 solo settima e con i vincitori della scorsa edizione Vanthoor-Perez Companc-Riberas nelle retrovie.

Nella top ten assoluta buona prestazione della Bentley #108 di Buncombe-Soucek-Soulet, sesta assoluta, mentre la nuova Aston Martin ha conquistato una posizione tra i primi dieci grazie alla Vantage #59 di Ledogar-Watson-Adam. Per quanto concerne le altre classi, Amstutz-Machitski-Ramos hanno fatto loro la Am, insieme ad un sedicesimo posto assoluto di rilievo, con la Lamborghini Huracan del team Barwell. In Pro-Am vittoria per la Ferrari #93 di Buncombe-Froggatt-Hui del debuttante team Tempesta Racing.

Dopo questa prima entusiasmante gara stagionale, il Blancpain Gt tornerà in scena nel weekend del 4-5 maggio con il debutto della Blancpain Gt World Challenge Europe a Brands Hatch. La serie endurance sarà invece in pista in occasione della 3 Ore di Silverstone, programmata per il 11-12 maggio.

Foto: “Bonora Agency”

Alessio Sambruna

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.