Dopo il pauroso incidente vissuto ieri nelle qualifiche, Lance Stroll non correrà il Gran Premio di Singapore. La notizia è arrivata in mattinata, con il team Aston Martin che quindi si troverà a dover gestire in pista una sola vettura, quella di Fernando Alonso.

Il botto, poi i dolori

Nell’immediatezza dell’incidente, Lance Stroll era sceso dalla sua vettura senza particolari problemi. Il botto, però, è stato importante, ed il passaggio al Medical Center di Marina Bay era stato necessario, oltre che obbligatorio come da regolamento. Nulla di rotto per Stroll, che era stato anche veloce a togliere le mani dal volante un secondo prima del tremendo impatto.

Con il passare delle ore, però, una volta scemata l’adrenalina, gli effetti dell’incidente hanno iniziato a farsi sentire sul corpo del canadese. I G di decelerazione sono stati tanti, e difficilmente questo non lascia strascichi nel fisico del pilota coinvolto. Per certi versi, è sembrato di rivivere l’episodio con protagonista Schumacher a Jeddah la passata stagione, quando il tedesco era stato fermato per la gara dopo un importante botto in qualifica.

Mike Krack: “Contiamo di riavere Lance per Suzuka”

Nonostante l’ingente quantità di danni subiti dalla Aston Martin del canadese, i meccanici del team di Silverstone hanno fatto un lavoro enorme, riuscendo a sistemarla in tempo per la gara. Il fisico umano, però, si sa, non è una macchina, e un impatto tale non può non lasciare effetti.

A proposito della scelta di Stroll, condivisa con lo staff, è stato proprio il team principal Mike Krack a rilasciare le prime dichiarazioni. “Tutto il team ha tirato un sospiro di sollievo quando ha visto Lance uscire dalla macchina con le sue gambe dopo l’incidente di ieri. In ogni caso, Stroll sta ancora patendo gli effetti di un così violento impatto. Insieme, abbiamo deciso di evitare di correre oggi, per concentrare tutti gli sforzi sul suo recupero in vista di Suzuka”.

Difficile dare torto a Krack dopo quanto visto ieri; resta comunque l’impressione che Lance Stroll stia vivendo uno dei periodi più difficili della sua carriera. La redazione di Livegp.it gli fa i migliori auguri per una rapida ripresa, e ci auguriamo di rivederlo in pista a partire da venerdì prossimo in Giappone.

Nicola Saglia

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi