Dakar 2018 | Tappa 10: Peterhansel vince tra le auto, Walkner nuovo leader delle moto

Rally

Stephane Peterhansel si ripete e vince, dopo il trionfo di domenica, anche la Salta-Belen svoltasi su territorio argentino conquistando anche la seconda piazza nella classifica generale che vede sempre Carlos Sainz in testa. Lo spagnolo prima penalizzato e poi graziato dalla Direzione Gara anche in questa frazione ha preferito non prendere rischi e controllare la situazione. Tra le moto, oltre al ritiro eccellente di Van Beveren, c'è da registrare il cambio al vertice della generale con l'austriaco Matthias Walkner che trionfa scalzando l'ex leader Kevin Benavides, ora terzo.

AUTO. Dopo la cancellazione della tappa di lunedì causa maltempo, la carovana delle quattro ruote è ripartita per una nuova stage della lunghezza di 797 km, 424 dei quali di collegamento e 373 di prova speciale. A spuntarla tra le auto è stato il francese Peterhansel, alla sua seconda stage consecutiva vinta dopo quella di domenica. Il francese di Peugeot ha fatto da apripista ma ciò non lo ha svantaggiato, anzi ha incrementato il vantaggio sugli inseguitori durante tutto il percorso della stage ed arrivando al traguardo di Belén davanti a tutti con 8'46" di vantaggio sul sudafricano De Villiers e 13'07" sul compagno di squadra, il leader di classifica Carlos Sainz. Quarto posto di tappa per Al Qassimi davanti all'olandese di Toyota Ten Brinke. Solo 7° Despres con l'altra Peugeot a 24'30 dal connazionale Peterhansel mentre il qatariota Nasser Al-Attiyah su Toyota ha chiuso al 9° posto distanziato di quasi 30' minuti dal vincitore Peterhansel. Carlos Sainz, nonostante i 10' minuti di penalità e per i quali Peugeot ha fatto ricorso, mantiene la leadership della classifica generale con 50'35" su Peterhansel e 1h12'46" su Nasser Al-Attiyah. Finita l'avventura della Dakar 2018 per il peruviano Nicolas Fuchs (Borgward Rally Team) ed il cinese He Zhitao con la sua Toyota Hilux del Boundless Young Racing Team.

Classifica assoluta auto:

1. Sainz-Cruz (Team Peugeot Total) 32.10'53" +10' penalty

2. Peterhansel-Cottret (Team Peugeot Total) +50'35"

3. Al-Attiyah-Baumel (Toyota Gazoo Racing) +1.12'46"

4. Ten Brinke-Perin (Toyota Gazoo Racing) +1.22'15"

5. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota Gazoo Racing) +1.22'48"

6. Przygonski-Colsoul (Orlen Team / X-Raid) +2.29'11"

7. Al Qassimi-Panseri (PH Sport) +2.51'46"

8. Terranova-Graue (X-Raid Team) +17.54'35" +9.40'00" penalty

9. Despres-Castera (Team Peugeot Total) +44.47'28" +29.00'00" penalty

MOTO. Dopo Sam Sunderland, la Dakar fa un'altra vittima illustre. E' il francese Adrien Van Beveren, splendido protagonista fino a qui, ad alzare bandiera bianca complici frattura alla clavicola e trauma toracico cortesia della caduta nell'ultimo tratto della stage 10 delle moto. Adrien ha anche provato a risalire in sella e chiudere la stage ma è stato costretto a dare forfait per i postumi della caduta. L'austriaco Matthias Walkner vince quindi la stage 10 davanti al cileno Pablo Quintanilla ed allo spagnolo Gerard Fabres Guell, mentre il super favorito per la vittoria finale Joan Barreda deve "accontentarsi" di una poco felice 14^ posizione a 38' di distacco dall'austriaco Walkner con Benavides 17° a 47' dall'austriaco. Da notare l'11^ posizione finale per la spagnola Laia Sanz, il connazionale Barragan è 18° davanti a Toby Price ed agli italiani Cerutti e Gerini, lontanissimo Antoine Meo in 26^ posizione, Ruoso è 37° mentre non compare in classifica Botturi. Oltre a Van Beveren salutano la Dakar 2018 anche l'ungherese Janos Desi e l'argentino Luciano Benavides con la KTM del team ufficiale.

Walkner passa dunque in testa alla classifica generale con 39'42" su Joan Barreda e 41'23" sull'argentino Kevin Benavides.

Tra i quad vince l'argentino Nicolas Cavigliasso davanti al connazionale Jeremias Gonzalez Ferioli ed al cileno Ignacio Casale che mantiene la leadership della classifica riservata ai quad con 1.41'03" su Ferioli e 1.42'56" su Cavigliasso. Alzano bandiera bianca l'argentino Gustavo Gallego ed il francese Simon Vitse

Classifica assoluta moto:

1. Matthias Walkner (RedBull KTM) 32.21'03" +1' penalty

2. Joan Barreda (Monster Energy Honda) +39'42"

3. Kevin Benavides (Monster Energy Honda) +41'23"

4. Gerard Farres Guell (Himonsa Racing Team) +47'46"

5. Toby Price (RedBull KTM) +50'18"

6. Antoine Meo (RedBull KTM) +1.03'35" +1' penalty

7. Ricky Brabec (Monster Energy Honda) +1.21'37"

8. Stefan Svitko (Slovnaft Rally Team) +1.25'09" +1' penalty

9. Pablo Quintanilla (Rockstar Energy Husqvarna) +1.30'24" 

10. Johnny Aubert (Gas Gas Motorsport) +1.40'57" +19' penalty

TAPPA 11 (BELEN-CHILECHITO). E' il giorno della Fiambalà, tappa che vedrà mescolati ben 25 equipaggi tra moto, auto e camion con i migliori 10 (auto e moto) e i migliori 5 tra i mezzi pesanti selezionati in base ai tempi d'arrivo della tappa predecente. Saranno ben 484 i chilometri da percorrere per moto e quad mentre saranno 746 quelli per auto e camion con prove speciali da 280.

Vincenzo Buonpane - Marco Pezzoni

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies