Sebastien Ogier vince a Montecarlo la prima prova del mondiale WRC 2018. Per il cinque volte iridato è il quinto successo consecutivo nel Principato, mentre la Ford riesce a conquistare il back-to-back dopo il trionfo del 2017. Strepitosa la Toyota che piazza due Yaris su tre a podio, con Ott Tanak secondo e Jari-Matti Latvala terzo. Debacle per Hyundai: solamente Neuville è riuscito a chiudere tra i primi dieci.

Una nuova stagione del Mondiale Rally è ormai alle porte, e come ogni anno sarà il prestigioso scenario di Montecarlo ad ospitare l'esordio stagionale. Sebastien Ogier sarà ancora una volta l'uomo da battere, anche se a contendergli il titolo si presenta una folta schiera di avversari. Tra le novità principali da sottolineare il rientro di Ford e la grandissima rivoluzione mediatica voluta dalla Federazione.

La prima parte della "Marathon" vede trionfare Bernhard Ten Brinke tra le auto e Toby Price tra le moto.  In classifica generale sia Carlos Sainz che Matthias Walkner mantengono la loro leadership ma aumentano le polemiche sul driver spagnolo a cui il collegio dei commissari revoca la penalità di dieci minuti che era stata comminata per l'episodio con Kees Koolen

Il pilota della Renault, in attesa dell'inizio della stagione di F1, farà il suo esordio, a bordo di una Mégane RS, nel mondo dei rally in occasione della tappa di Montecarlo che apre ufficialmente la stagione 2018 e che lo vedrà cimentarsi nella stage finale sulle montagne prospicienti il Principato. Non è il primo pilota a cimentarsi in questa disciplina dato che nel recente passato possiamo annoverare le esperienze di Kimi Raikkonen e Robert Kubica

Stephane Peterhansel si ripete e vince, dopo il trionfo di domenica, anche la Salta-Belen svoltasi su territorio argentino conquistando anche la seconda piazza nella classifica generale che vede sempre Carlos Sainz in testa. Lo spagnolo prima penalizzato e poi graziato dalla Direzione Gara anche in questa frazione ha preferito non prendere rischi e controllare la situazione. Tra le moto, oltre al ritiro eccellente di Van Beveren, c'è da registrare il cambio al vertice della generale con l'austriaco Matthias Walkner che trionfa scalzando l'ex leader Kevin Benavides, ora terzo.

L'edizione numero 40 della Dakar ha visto trionfare nelle auto Carlos Sainz e nelle moto Matthias Walkner. Se per lo spagnolo si tratta della seconda vittoria (la prima nel 2010), non può dirsi lo stesso per il 31enne della KTM che, oltre a regalarsi il primo trionfo, consegna alla casa austriaca la diciassettesima affermazione consecutiva nel rally raid più famoso e prestigioso del mondo

E' stata una tappa piuttosto interlocutoria quella che ha visto la carovana spostarsi da Uyuni a Tupiza. Tra le auto il francese della Peugeot ha trionfato riscattando la sfortunata giornata di ieri mentre il leader della generale Carlos Sainz si è limitato a controllare la situazione in vista dell'ultima decisiva settimana. Nelle due ruote la gara è stata decisamente più tirata e ha visto prevalere sul traguardo il francese della Ktm che ha prevalso su Brabec conquistando la seconda vittoria di tappa

La penultima tappa del raid non ha lesinato emozioni e sorprese. Tra le auto Nasser Al-Attiyah ha confermato il suo attuale stato di grazia andando a bissare la vittoria conquistata ieri. Il principe qatariota sale così al secondo posto della classifica generale anche grazie al crash che ha visto coinvolto il francese Spephane Peterhansel arrivato al traguardo con più di un'ora di ritardo dal vincitore. Anche tra le due ruote si è confermato nuovamente Toby Price che all'arrivo ha preceduto Benavides e Meo rosicchiando minuti importanti all'argentino della Honda in ottica lotta secondo posto. Quest'oggi il gran finale con l'ultima e conclusiva tappa con arrivo nella città di Cordoba

E' stata una giornata a dir poco rocambolesca quella che ha sconvolto le gerarchie nelle classifiche assolute di auto e moto della Dakar. La settima tappa, da La Paz a Uyuni (726 chilometri complessivi) ha infatti emanato verdetti sorprendenti che vedono due nuovi leader in entrambe le principali graduatorie: Carlos Sainz ha approfittato del problema tecnico occorso a Stephane Peterhansel per issarsi al vertice tra le auto, mentre Adrien Van Beveren con il secondo posto di giornata si è ripreso la vetta tra le moto.

Con la vittoria finale che pare saldamente nelle mani di Carlos Sainz, uno dei motivi d'interesse delle rimanenti tappe del raid è la lotta per la piazza d'onore tra il qatariota Nasser Al-Attiyah ed il francese Stephane Peterhansel che anche quest'oggi non si sono risparmiati,  dandosi battaglia per tutti i chilometri della frazione che ha portato la carovana nella cittadina di San Juan. Non è stata disputata, invece, la tappa prevista per moto e quad dopo che questa mattina la Direzione Corsa ha comunicato la cancellazione della stessa per mancanza delle condizioni di sicurezza

Alla kermesse organizzata dalla testata giornalistica britannica Autosport, allestita nella città di Birmingham, sono state svelate le nuove vetture WRC + per la stagione 2018, che partirà il 25 gennaio da Montecarlo. Tutti i protagonisti della prossima stagione erano presenti in Inghilterra, dove sono stati anche svelati gli ultimi dettagli sulle line-up ufficiali. Novità anche per quanto riguarda le coperture televisive dei rally, con il servizio a pagamento fornito dal canale Wrc+ che offrirà agli appassionati la possibilità di seguire integralmente le prove iridate.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies