WEC | 24 Ore di Le Mans, qualifiche 2: tutto invariato, spavento per Sernagiotto e Villorba Corse!

Fia Wec

La tanto temuta pioggia ha risparmiato, nella seconda sessione di qualifiche della 24 Ore di Le Mans, il circuito de la Sarthe, ma gli errori in pista non sono mancati con testacoda e insabbiamenti che hanno costretto il direttore di gara ad esporre varie volte la bandiera gialla e le conseguenti Slow Zone. Il tutto prima di dover stoppare anzitempo la sessione con bandiera rossa per la violenta uscita della Dallara di Giorgio Sernagiotto: incolume il pilota ma il prototipo della Cetilar Villorba Corse ha subito ingenti danni.

 

La classifica è rimasta pressoché invariata, soprattutto nelle zone di vertice di tutte e quattro le categorie, complice la sessione molto travagliata. Tra uscite di pista più o meno cruente, nessuno è riuscito a fare un giro pulito a ritmo elevato: infatti, il giro più veloce è stato più lento di un secondo rispetto a quello fatto registrare ieri da Nakajima.
Ciò che ha sorpreso maggiormente sia i tecnici che i piloti è stato lo scarso grip offerto dall’asfalto: la pista si è dimostrata a tratti scivolosa, con molti piloti, anche i più esperti, che hanno avuto problemi a tenere giù il gas nei curvoni più veloci e, di conseguenza, numerose sono state le uscite di pista con conseguente sporco e ghiaia portata in pista.
A farne le spese è stata la Porsche ufficiale #94 di Mueller, finito prima in testacoda e poi contro le barriere della curva Indianapolis, causando l’esposizione della prima bandiera rossa.
Subito dopo ci ha pensato Priaux sulla Ford #67 a perdere il controllo e finire in testacoda centrando le barriere di Tertre Rouge con il retrotreno della GT: fortunatamente, nonostante i numerosi danni, l’inglese è riuscito a portare la vettura ai box per le riparazioni da parte del Team Ganassi.
Più grave l’incidente occorso a Giorgio Sernagiotto: il pilota della Cetilar Villorba Corse ha perso il controllo della sua Dallara a causa dello scoppio di uno pneumatico, poco prima della chicane dell’Hunaudières; il prototipo è prima finito contro le barriere interne e, dopo aver attraversato la pista, su quelle esterne.
Il pilota, fortunatamente, è uscito subito dall’abitacolo, ma per la vettura i danni sono ingenti e i meccanici saranno chiamati ad una lunga notte per cercare di ricostruire gran parte della Dallara.
A causa del crash la direzione gara ha dichiarato conclusa la qualifica con mezz’ora d’anticipo che verrà recuperata nell’ultima sessione ufficiale.

RISULTATI QUALIFICA-2 24 ORE DI LE MANS

Michele Montesano

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies